Arte e vino: i laboratori di Michele Chiarlo per Expo 2015

09/03/2015

Arte e vino: i laboratori di Michele Chiarlo per Expo 2015

Michele Chiarlo e il suo Parco Artistico Le Orme su La Court, sono protagonisti dei laboratori didattici pensati per Expo 2015 e inseriti fra quelli universali per il comparto Vivaio Scuole. La Cantina piemontese, da sempre attenta al connubio tra arte e vino, ha ideato quattro proposte rivolte agli studenti della scuola primaria, secondaria e superiore e alle università. Occorre però, affrettarsi nella prenotazione perché le richieste anche da parte di istituti oltreconfine sono state moltissime.
 
Da Luzzati a Fenoglio, ce n'è per tutti

Viaggiando nel mondo delle fiabe di Lele Luzzati” è la proposta destinata ai più piccini delle scuole dell’infanzia che, con l’aiuto del grande artista genovese costruiranno piccole scenografie ed elementi scenici; oltre a questo, i bimbi potranno partecipare anche a un laboratorio sulle tradizioni enogastronomiche locali.
Gli studenti delle scuole secondarie possono iscriversi a “Vedere per capire, capire per conoscere”, un viaggio tra i filari alla scoperta dell’arte di Ugo Nespolo che, per il parco artistico di Michele Chiarlo, ha progettato la “Porta sul vigneto”, una straordinaria quinta scenica che si apre ed esalta le distese vitate. “Dialogo con i piemontesi che hanno lasciato un’impronta” è il tema del laboratorio pensato per gli studenti delle scuole superiori e prevede la lettura interpretata e il commento di alcuni brani dei grandi scrittori piemontesi: Gozzano, Pavese, Lajolo e Fenoglio. Per le università è stato invece pensato un progetto specifico destinato agli studenti della Facoltà di Architettura; si tratta di un workshop di tre giorni “Il paesaggio rurale, gli uomini e la terra” per approfondire nel contesto del parco artistico i temi della rappresentazione del paesaggio, della sua tutela e della storia.

La porta sui vigneti di Ugo Nespolo

La porta sui vigneti di Ugo Nespolo

La porta sui vigneti di Ugo Nespolo

Gianduiotto in festa per i 150 anni!

Il Parco artistico sarà inoltre, anche la sede di un importante festeggiamento tutto piemontese: i 150 anni del gianduiotto, il cioccolatino a base di nocciola tonda gentile. Il frutto è sempre cresciuto tutto attorno e vicino alle colline vitate de La Court. Per conoscere meglio questo prodotto, i bambini delle scuole potranno anche scegliere di frequentare un laboratorio sensoriale guidato da Laura Pesce, docente all’agenzia di formazione professionale Colline Astigiane d’Agliano Terme e lo chef Massimiliano Musso del ristorante Vittoria, a Tigliole (Asti). Lo chef proporrà ai piccini un cooking show capace di coinvolgere i cinque sensi per imparare non solo a sentire il sapore, ma individuare la croccantezza, apprezzarne il lato estetico, sentire la consistenza e individuare il profumo.

Per informazioni
Laura Chiarlo Botto
Responsabile del Progetto e Ufficio Stampa
339.41.11.938
l.chiarlo@chiarlo.it

Per prenotazioni
orme@lacourt.it
www.lacourt.it
 

di Elena Caccia
 
 

Sigla.com - Internet Partner