Baci di dama

Baci di dama
Condividi su facebook share twitter share google+ share pinterest share

C'è chi ritiene che i biscotti chiamati baci di dama raffigurino l'unione delle labbra, essendo formato da due dischi d’impasto saldati insieme da cioccolato. Altri, basandosi sugli ingredienti che lo compongono, ne giustificano il nome ricollegandolo alla dolce bocca femminile.

Se vogliamo indicarne una qualche data di nascita dei baci di dama, possiamo collocarla alla fine dell’Ottocento. Contesa è l’area d’origine della ricetta, identificabile tra Liguria e Piemonte.                                                                                              

Dettagli ricetta

. Tempo di cottura: 15 min . Tempo di preparazione: 30 min . Dosi per: 6 persone . Regione: Liguria . Difficoltà: Bassa . Calorie: Medio . Prezzo: Basso

Intolleranze

Senza uova Senza uova
Senza crostacei Senza crostacei
  • 200 g di mandorle
  • 200 g di farina bianca
  • 200 g di burro
  • 200 g di zucchero semolato
  • 50 g di ciocclato fondente
  1. Per preparare i baci di dama, scottare le mandorle in acqua bollente, poi pelarle e tostarle in forno senza farle colorire, lasciarle raffreddare e metterle in un mortaio, unire di tanto in tanto un po' di zucchero, pestarle e ridurle in polvere.
  2. Versare il ricavato sulla spianatoia, unire la farina, il rimanente zucchero e impastare con cura tutti gli ingredienti. Con il composto fare delle pallottolline grosse come piccole noci, poi sistemarle su una placca imburrata. Cuocerle in forno già caldo per 15 minuti a 180° C.
  3. Grattugiare il cioccolato, porlo in una casseruolina e farlo sciogliere a bagnomaria. Quando i baci di dama saranno pronti, toglierli dal forno, lasciarli raffreddare, poi accoppiarli mettendo nella parte intorno un po' di cioccolato sciolto a bagnomaria che, indurendosi, li terrà naturalmente uniti.
Sigla.com - Internet Partner