Basso Reno, una regione a misura d'uomo

Basso Reno, una regione a misura d'uomo-Descrizione--9

Il Basso Reno, al confine tra l'Olanda e la Germania, nel cuore dell'Europa, offre una straordinaria varietà di attrattive. In territorio tedesco, comprende gran parte del Niederrhein con città quali Viersen, Neuss, Duisburg, Kleve, Wesel e Krefeld, mentre, in territorio olandese, il Limburgo settentrionale, il Brabante nord-orientale, la Veluwe, il Rivierenland e le regioni di Arnhem e Nijmegen. Meta turistica sconosciuta ai più, che racchiude l'offerta culturale di due Paesi: città piene di vita, reperti dell'età della pietra; vecchie rovine che raccontano la storia dell'Impero Romano, che spaziano dal romanico al barocco; parchi e musei che espongono capolavori famosi in tutto il mondo. Una vacanza di cultura e natura, adatta sia a chi cerca relax sia a chi ama lo sport, la storia come la gastronomia.

In bicicletta
Il Basso Reno è perfetto per gli amanti della bicicletta: qui si trova la più fitta rete di piste ciclabili della Germania, con percorsi ben segnalati e diversi livelli di difficoltà. Un ventaglio di proposte altrettanto ricco si trova in territorio olandese, dove la bicicletta e il mezzo di trasporto preferito. Tra i circuiti ciclabili più interessanti, imperdibile, tra Xanten e Nijmegen, la Via Romana, l'antica strada Limes, tra resti romani, città, castelli, chiese e musei. A Nijmegen, in particolare, il Velorama Nationaal Fietsmuseum, l'unico museo in Olanda dedicato alla bicicletta, che racchiude una preziosa collezione di esemplari antichi. Ugualmente belli sono gli itinerari che conducono alla scoperta del Naturpark Schwalm-Nette, il parco che prende il nome dai tre fiumi che lo attraversano: la Mosa, in Olanda, lo Swalm e il Nette in Germania. Affascinanti pure le strade a tema, come il Fietsallee, un percorso di 100 chilometri costruito lungo il Canale Nord nel 1806, esclusivamente su piste ciclabili, strade di servizio e residenziali, vincitore del premio, "Cycle Route of the Year 2009".

Le città da scoprire
Goch è un'antica città di tessitori, in mezzo alla riserva naturale Niederrhein, nella pittoresca campagna del Basso Reno, a circa 7 Km dall'aeroporto di Weeze (Dusseldorf). Qui si può fare il primo incontro con la cucina del territorio nei ristoranti o in una delle tradizionali birrerie che producono in proprio la birra e hanno un'offerta gastronomica rustica fatta di piatti robusti come l'"Himmel und Ähd" o lo "Schlachterplatte", a base di carne. Weeze è una tranquilla cittadina, sede di uno dei più piccoli aeroporti tedeschi e del Museo Royal Air Force, con due castelli: quello barocco di Hertefeld, sulle sponde del fiume Niers, appartenuto per settecento anni alla stessa famiglia e oggi trasformato in una location tipica in cui alloggiare, e lo Schloss Wissen, in un parco tranquillo e pittoresco, appena fuori Weeze, vicino a Goch e al fiume Niers, con eleganti e raffinate sistemazioni in ampie stanze o in suite. Neuss, a soli 30 minuti da Colonia, è una città sulla riva ovest del fiume Reno, sul lato opposto di Düsseldorf. Un tempo era tra i più vecchi insediamenti romani della Germania; oggi merita visita per la stazione sciistica con le piste al coperto più lunghe d'Europa e il suo attrezzatissimo parco divertimenti. Krefeld è la città del velluto e della seta, sulla riva occidentale del Basso Reno, che prende il nome dai Mennoniti, abili tessitori venuti dalla Francia nel XVII secolo. Bel mix di vecchio e nuovo, con un centro pieno di negozi che propongono look di tendenza. Ogni anno, a settembre, Krefeld propone il più grande spettacolo di moda di strada del mondo: lo "Street Fashion Show in the World", che attira oltre centomila visitatori. Durante l'evento, tra una sfilata di moda e l'altra, musica live, spettacoli teatrali e ottime proposte culinarie. Meritano una visita i due musei che illustrano la storia delle attività tessili: il Museo Haus der Seidenkultur, in centro, e il Museo Tedesco dei Tessuti, a Linn, accanto a un romantico castello circondato d'acqua e da un magnifico parco. Kleve, dove il Reno lascia la Germania per raggiungere i Paesi Bassi, è una accogliente cittadina tra i boschi. Famosa per i suoi giardini in stile barocco, tra i più belli della Germania, e per il Castello di Schwanenburg, che domina la valle del Reno. È ideale per gli amanti dello shopping, e per gli sportivi che possono andare alla scoperta delle bellezze naturali con le originali "Gecco-Mobils", biciclette che trasportano fino a sette persone.Consigliabile una gita in canoa sul fiume Waal o una gita con il treno storico Schluff. Xanten, vicino al confine con l´Olanda, ha un grande parco archeologico, dove le numerose ricostruzioni a grandezza naturale e i resti degli edifici originali della Colonia Ulpia Traiana invitano a un emozionante viaggio nell'antica colonia romana. I visitatori possono indossare gli abiti dell'epoca o assaggiare i cibi cucinati alla maniera dei Romani. Durante l'estate, e in programma un popolarissimo Festival di musica lirica, classica e contemporanea. Nijmegen ha diversi monumenti interessanti: la cattedrale romanica, il Municipio, la Piazza del Mercato. In città merita una sosta golosa la Commanderie van Sint-Jan, sede di una birreria-distilleria, la Stadbrowerij, dove si possono gustare prodotti tipici e sorseggiare una birra osservandone la preparazione. Per lo shopping, si può trovare di tutto: formaggi e cioccolata per i gourmet; utensili e oggetti per la casa dal design nord-europeo; gioielli e ceramica lavorati a mano. shopping. Nijmegen ha anche un' alta concentrazione di bar, pub, caffe e ristoranti che propongono tipiche specialità olandesi. Per chi ama l'atmosfera dell'antica birreria e desidera gustare delicatesse del luogo, meritano una visita il De Waagh, ricavato nella sala dove venivano pesate le merci, e il De Hemel, all'interno della Commanderie. Da non perdere le famose frittelle olandesi, i pannekoeken, servite dolci con miele, o salate a base di verdure o formaggio e pancetta da De Heerlijckheid o al t Hoogstraatje, nel centro storico.
Last but not least, lungo il fiume Wall c'e l'Holland Casinò, con 500 slot machines, mentre alle Terme dell'Hotel Scandic Sanadome sul bordo della Jonkerbos, e piacevole rilassarsi nell'Health Spa, sottoponendosi ai più svariati idromassaggi, bagni di acqua calda e acqua salata, sauna e bagno turco. Arnhem, sulle rive del Reno, e famosa per la sua accademia di moda, per lo shopping e per la cruenta battaglia sul Ponte John Frost del 1944. I parchi Jever Skihalle Neuss: e la più vasta regione di sport invernali al coperto, sorta su un paesaggio completamente piatto, alla periferia di Düsseldorf, dove si possono praticare gli sport sulla neve tutto l' anno, a Natale come a Ferragosto. Nella struttura, con una fantascientifica cupola di vetro all'entrata, c' e' di tutto: pista da sci, percorso per snowboard, pista da slitta per i bambini e anche una seggiovia quadriposto e skilift. Per l'aprés ski: boutique, agenzia di viaggi e, in una suggestiva baita, la zona ristorazione con piatti tipici. Una vera Disneyland alpina, dove c'e anche un muro di arrampicata con 200 diverse vie di salita. Nationalpark de Hoge Veluwe. Creato nel 1935 con i suoi 5.500 ettari e la più vasta area protetta dei Paesi Bassi. Si può visitare a piedi oppure usufruire delle biciclette comprese nel prezzo di ingresso. All'interno del Nationalpark si trova il Museum Kröller-Müller, circondato da un giardino con sculture e animali selvatici: alci, cervi, mufloni, cinghiali, caprioli. I musei Il Kröller-Müller Museum è una splendida struttura nel Parco Naturale De Hoge Veluwe, raggiungibile solo a piedi o in bicicletta. Inaugurato nel 1938, ospita sculture di Rodin, Moore, Fontana e molti altri. All'interno, il Museo propone capolavori che vanno dal primo ‘800 fino all'arte contemporanea. Molte le opere di Vincent van Gogh: tra tutte "I mangiatori di patate" del 1885 e il celebre "Caffe-terrazza a Arles" del 1888. Ci sono poi tele importanti di Georges Seurat, sculture di Edgar Degas e Auguste Rodin, e quadri di Pablo Picasso, Fernand Léger, Piet Mondrian. Muziem Nijmegen. Aperto nel 2004, "Dialogo nel buio" e un progetto ideato e messo a punto dal tedesco Andreas Heinecke, per capire il mondo dei non vedenti. Con una proposta che ha il sapore di una sfida, un mondo immerso nella totale oscurità si offre al visitatore per un'ora, durante la quale anche le semplici azioni che appartengono al vissuto quotidiano diventano un'autentica avventura.

Nederlands Openluchtmuseum
Un open air museum che si estende per 4 ettari su uno dei pochi colli olandesi. Nel parco si trovano oltre ottanta edifici storici che nel corso del XX secolo, sono stati trasferiti ad Arnhem. Lo scopo e quello di far vedere e vivere ai visitatori l'Olanda di un tempo, gli usi e i costumi oggi quasi dimenticati e le strutture che facevano parte di un paesaggio in continuo mutamento: le botteghe degli artigiani, i mulini a vento e ad acqua o le case dei nobili. Nel parco gli "abitanti" vestiti in abiti tradizionali, mostrano come vivevano tra il 1700 e il 1970.

di Gloria Giovannetti

Sigla.com - Internet Partner