Berlino, una capitale creativa e moderna

Un volo low cost vi porta comodamente in uno dei due principali aeroporti di Berlino, Tegel o Schonefeld, e da qui in taxi si raggiunge il centro. In alternativa, si possono utilizzare i veloci e comodi treni delle Ferrovie Tedesche, con varie soluzioni dalle maggiori località italiane. In ogni caso è una meta da non perdere. Una città piacevole, verdissima, assai vivibile e per niente stressante, una capitale in perenne rinnovamento, poliedrica e multietnica, ricca di musei, parchi, teatri e quartieri caratteristici, una metropoli dalle grandi architetture, realizzate da architetti di rango che si sono espressi al meglio nell'enorme cantiere subentrato al crollo del Muro.

La visita di Berlino può iniziare con una passeggiata nell'area di Potsdamer Platz, simbolo della nuova Berlino. Distrutta dai bombardamenti nel 1945 e diventata uno spazio vuoto e inospitale attraversato dal Muro, con un grande progetto, firmato da architetti del calibro di Renzo Piano, Arata Isozaki, Hans Kollhoff, è divenuta oggi la sede di un immenso nuovo centro finanziario, amministrativo e commerciale, nonché dell'evento più glamour dell'anno: il Festival Internazionale del Cinema di Berlino. Qui berlinesi e turisti si ritrovano per lo shopping negli oltre cento negozi del Potsdamer Platz Arkaden, per uno snack al Play off, uno dei ristoranti più stravaganti della città e per il cinema nelle otto sale sotterranee dell'Imax o dell'avveniristico Sony Center, un complesso di edifici con le funzioni più diverse, dove, ovviamente, si trova anche un Sony store per testare i nuovi prodotti del brand.

A piedi, in pochi minuti, si raggiunge il cuore del quartiere Mitte, vero centro storico e quartiere trainante della città, con Parisier Platz, una piazza-salotto dove si trova il prestigioso Hotel Adlon e il monumento più famoso di Berlino, la Porta di Brandeburgo, a cui fanno da sfondo l'Unter den Linden, il famoso viale alberato ritornato a essere un'importante arteria di traffico.
Qui si affacciano l'elegante Teatro d'Opera, il moderno Deutsche Guggenheim, uno spazio espositivo dedicato all'arte contemporanea e il grande Tiergarten park, adiacente al famoso Zoo di Berlino e all'Aquarium. Se non avete ancora fatto colazione, entrate nel Mandala Suite di Friedrichstrasse, e nella lounge, situata all'ottavo piano, potrete gustare un ricco breakfast al quale farà da sfondo una magnifica vista sui tetti di Berlino. Sempre nei pressi della Porta di Brandeburgo, si erge un altro simbolo della storia e ora della democrazia tedesca: il Reichstag, sede del Governo e del Parlamento tedesco. Il palazzo è sormontato da una cupola in vetro e acciaio, progettata dall'architetto Norman Foster, divenuta un must per tutti i visitatori grazie alla spettacolare vista sull'intera città di Berlino.

A ovest lo sguardo spazia dalla Philarmonie, tempio della musica classica, al Memoriale per i soldati sovietici, al Tiergarten di là del quale, in uno dei più bei quartieri dell'opulenta Berlino Ovest, Charlottenburg, proprio dietro la Chiesa del Ricordo, tappa obbligata di qualsiasi tour cittadino, si scorge l'Europa Center, centro commerciale che ospita insieme a negozi, ristoranti e cinema il celebre cabaret, Die Stachelschweinele. Continuando l'esplorazione e possibile avvistare il castello di Bellevue, residenza berlinese del Presidente della Repubblica Federale, e ancora, riavvicinando il nostro punto d'osservazione, tra viali, ponti sul fiume Spree e prati verdi, la nuova grande Stazione Centrale, uno dei progetti architettonici più spettacolari della capitale, che grazie alla grande offerta di negozi e divenuta una vera e propria attrazione, sette giorni su sette.

La parte Est, cuore pulsante di Berlino, e la zona più interessante da scoprire. Dalla cupola si intravede, accanto allo splendido Duomo, simbolo della religione protestante, una parte dell'isola dei Musei, i cinque magnifici edifici compresi tra il fiume Spree e il Kupfergraben. Obbligatoria e una visita al Pergamonmuseum, il museo più importante della Germania, che ospita tra l'altro l'Altare di Pergamo e la bellissima Porta di Ishtar, l'ottava porta della città interna di Babilonia. Se avete intenzione di visitare anche gli altri musei statali, allora comprate subito il biglietto cumulativo e risparmierete davvero tantissimo.
Poco più in là, sull'Alexander Platz, la storica piazza di Berlino raccontata nel capolavoro di Alfred Doblin, dove sono ben leggibili i segni lasciati dalle diverse epoche, culture e concezioni urbanistiche, troviamo la famosa Fernsehturm, realizzata negli anni della divisione, quando si rese necessario dotare Berlino Est di un proprio sistema televisivo. Oggi la torre e una popolare attrazione con una piattaforma panoramica e un ristorante, il Tele Cafe, dove ruotando a 360 gradi, ogni 30 minuti attorno all'asse centrale della torre, si può ammirare un panorama superlativo della metropoli mentre si consuma un pasto di cucina locale. e davvero impossibile visitare tutti i monumenti, le architetture, i musei, le gallerie d'arte che caratterizzano la città ricordando il suo passato ed enfatizzando il suo presente.

Se anche voi ritenete che una visita a Berlino non possa prescindere dal vedere quel che resta del Muro, dal conoscerne la storia, dal capire come abbia condizionato la vita dei berlinesi, vi suggeriamo una visita tra i quartieri di Kreuzberg (ex Berlino Ovest) e Friedrichshain (ex Berlino Est) all'East Side Gallery, 1316 metri dell'antico Muro. Qui 118 artisti di 21 paesi hanno affrescato la più grande galleria all'aperto del mondo, con graffiti ora ironici ora inquietanti, inneggianti al desiderio di pace e libertà. Sostate in uno dei tre musei che ricordano quei tragici anni: nel quartiere di Berlin–Wedding il Dokumentationszentrum, il Memoriale del Muro di Berlino, nella Niederkirchnerstrasse, nell'area dove si trovavano i quartieri amministrativi delle SS, della Gestapo e della polizia nazista, il centro di documentazione Topographie des Terrors, e, vicino al Checkpoint Charlie, il principale punto di passaggio, durante la guerra fredda, in Friedrichstrasse, il Mauser Museum. Shopping.

Chi ha visto già abbastanza attrazioni culturali, può dedicarsi a un'altra specialità di Berlino: lo shopping. La capitale tedesca vanta alcuni dei più famosi ristoranti al mondo di alta gastronomia, oltre a tantissimi locali di cibo etnico e italiano. Senza dimenticare i currywurstel presso i chioschetti sparsi un po' ovunque in città e i kebab, specialità turca, preparati in modo magistrale in tutta la città. Punto di partenza per una passeggiata a caccia di affari, magari dopo una gustosa sosta gastronomica, può essere la famosa Kurfürstendamm, meglio conosciuta come Ku'Damm, ex zona centrale di Berlino Ovest dove si possono ammirare le boutique degli stilisti e delle brand internazionali.

Per un viaggio tra tutto ciò che conta nel mondo dei consumi, si può poi far visita al KaDeWe, l'equivalente tedesco di Harrods a Londra e Macy's a New York dove è possibile trovare davvero di tutto, anche una reparto dedicato agli alimentari che può diventare interessante per chi e a caccia di souvenir culinari. Al design d'avanguardia e al lusso delle boutique e dei grandi magazzini si contrappongono i piccoli negozi di vintage e gli atelier locali dove la vecchia e cara macchina da cucire e ancora protagonista. I quartieri più "densamente popolati" di scrigni retrò sono Charlottenburg, Schoneberg e infine Prenzlauer Berg dove spicca Waahnsinn Berlin, un negozio in cui memorabilia della DDR, modernariato, vintage e nuovo si fondono in un ambiente accogliente e divertente. Senza dimenticare le tentazioni irresistibili che si possono scoprire, due volte l'anno, durante la lunga notte dello shopping di Berlino, che offre una particolare esperienza di acquisti e divertimento fino a mezzanotte!

Berlino e movida. Infine Berlino di notte, una notte che non può essere sprecata per dormire, ma va vissuta tra la movida più cool d'Europa che regala storiche e magnifiche sale da concerto, interessanti palcoscenici di teatro e cabaret e un profluvio di locali notturni tra i più trendy del Vecchio Continente. Una notte che soddisfa tutti i desideri e si adegua continuamente ai nuovi trend. Si può assistere a concerti di musica classica alla Philharmonie, a spettacoli di cabaret anni ‘20 nello sfavillante Friedrichstadtpalast o di burlesque al CCCP-bar di Mitte. Jazz da Quasimodo o al B Flat dove e possibile copiare gratuitamente la musica di sottofondo sulla propria chiavetta USB.
Una notte all'insegna della musica techno si può "vivere" da Berghain, uno dei migliori 100 club di tutto il mondo, nella zona di Berlino di Friedrichshain, mentre, per gli amanti della musica elettronica l'indirizzo da annotare e il Solar Lounge, un suggestivo locale su due piani, con una spettacolare vista panoramica sulla capitale, a Potsdamer Platz. Per gli innamorati del ballo, niente di meglio che, nella trafficata Potsdamer Platz, l'Adagio, una spaziosa sala, famosa per la sua particolare atmosfera o uno dei tanti locali di Kreuzberg, il quartiere dei nottambuli, dei ritrovi più originali, moderni e colorati, dei caffe, sospesi sull'acqua del canale e delle rilassanti birrerie, dove la notte berlinese non finisce mai.

testo di Gloria Giovanetti - foto di Andrea Montebelli

Sigla.com - Internet Partner