Capodanno a Barcellona: feliç any nou!

Barcellona (Spagna)

28/12/2012 - 02/01/2013

In Catalogna dopo Natale e Santo Stefano si aspetta la notte di San Silvestro, l'atmosfera scherzosa e di festa inizia a diffondersi già dal 28 dicembre, il giorno degli innocenti, dedicato agli scherzi, come il primo aprile in Italia. È chiamato "El día de los Inocentes" perché sembra che l'origine vada ricercata nell'ordine di Re Erode di uccidere tutti i neonati maschi, e raccontata nel vangelo secondo Matteo.

Chi ama celebrare la fine e l'inizio dell'anno in piazza, può trarre beneficio dalle temperature non troppo rigide di Barcellona e passare una splendida serata e parte della notte in Plaza Catalunya la piazza centrale, in collegamento tramite un maxischermo con Porta del Sol, a Madrid. La Rambla è vicinissima ed è qui che si riversa la gente allo scoccare della mezzanotte, che segna l'ingresso nel nuovo anno, ma non prima di aver compiuto il rito tradizionale spagnolo di mangiare l'uva. Gli spagnoli la notte di San Silvestro portano con sé dodici chicchi d'uva da mangiare ai dodici rintocchi della mezzanotte, ogni chicco simboleggia un mese dell'anno e consumarlo porta fortuna e soldi per tutto i mesi dell'anno. Gli Spagnoli di soldi e di fortuna nel 2013 ne hanno proprio bisogno, forse è il caso di unirci al rito e mangiare con loro l'uva allo scoccare della mezzanotte. Passati nel 2013 la festa non si ferma e chi ha cenato a casa di amici si riversa in strada e brinda con Cava. Anche Plaça Reial ospita una grande festa in piazza. Scegliete la zona che più preferite per passare il Capodanno in compagnia. Barcellona non ha fuochi artificiali ufficiali, ma si vedono per strada, e la Torre di Agbar, smette di fare da albero di Natale e regala uno spettacolo di luci a mezzanotte. 

Se dopo aver passato alcune ore all'aperto siete stufi di stare in piedi e volete riscaldarvi, il barrio Gotico e i suoi localini, che da Plaza Catalunya si possono raggiungere a piedi, offrono serate speciali dedicate a questo giorno. Anche le discoteche di Avinguda del Tibidabo e dell’Avinguda Diagonal propongono feste speciali, dal Mirabe, per esempio, si gode un panorama meraviglioso.

Al Porto Olimpico di Barcellona ci sono le discoteche più gettonate: lo Shoko, l’Opium Mar e il Sotavento e ai discotecari consigliamo di passare qui l'ultimo e il primo giorno dell'anno. Lo Shoko propone, prima di scatenarsi in pista, un'ottima cena con spettacolo di flamenco e chitarra classica.

Il famoso Razzmatazz è aperto e offre, come sempre, un panorama musicale molto vario, cinque sale di divertimento assicurato, l'entrata la notte del 31 dicembre comprende due consumazioni, una maglietta della serata, l'uva per il rito porta fortuna, una coppa di Cava e un borsa per la festa.

Se siete amanti del jazz andate da Jamboree, non delude mai. Mentre Otto Zutz è per gli appassionati di hip-hop.

Al Poble Espanyol, nella montagna di Munjuïc, alle spalle di Plaza España, c'è una grande festa universitaria, per i più giovani, con musica dagli anni 70' a oggi, dalle 22,30 all'alba. Anche a questa festa regalano l'uva della fortuna.

E se decidete di passare il capodanno a Barcellona avrete la possibilità di visitare questa bellissima città, i capolavori di Gaudì, gustarvi la passeggiata lungo mare, e farvi coinvolgere dal buonumore spagnolo, anche in tempi di crisi.

Per infornazioni: barcelona.cat



di Maria Spadaro

Sigla.com - Internet Partner