Cipolla rossa di Tropea Calabria Igp: l'oro rosso della costa calabrese

25/11/2013

 

Oro rosso della costa tirrenica calabrese, la cipolla rossa di Tropea Calabria Igp è diventata famosa in tutto il mondo grazie alla sua inconfondibile dolcezza, fragranza e morbidezza.
Ancora oggi, perà, la lavorazione di questo delicato prodotto tipico, fatta eccezione per la calibratura e il confezionamento, viene effettuata manualmente, per non alterarne le proprietà che, se lavorate con le macchine, tendono a deperire velocemente. Proprio per questo attualmente le operazioni colturali vengono praticate ancora secondo gli antichi sistemi che una tradizione secolare ha tramandato fino ai giorni nostri.

Simone Saturnino, direttore del Consorzio di Tutela della cipolla rossa di Tropea Calabria Igp, a chi gli domanda quale, tra le numerose varianti disponibili sul mercato, sia la vera cipolla di Tropea ci tiene a precisare che "esistono tre varianti possibili di questo prodotto (a seconda del grado di maturazione), ovvero la tipologia piatta che matura a marzo-aprile, quella a mezza campana che matura ad aprile-maggio e quella allungata, infine, che matura nel periodo di giugno-luglio. Tuttavia si tratta sempre di cipolla rossa di Tropea Calabria Igp".

 

Dal 28 marzo 2008, la cipolla rossa di Tropea Calabria Igp è stata iscritta all'elenco europeo  di indicazione geografica protetta e, pochi giorni dopo, è nato il Consorzio di Tutela con lo scopo di promuovere questo tipico prodotto calabrese. Il successivo riconoscimento da parte del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha rappresentato, infine, un importante passo in avanti nella difesa dell'identità della cipolla rossa di Tropea Calabria Igp, nella lotta contro le contraffazioni, oltre che nella salvaguardia del consumatore.

Sigla.com - Internet Partner