Come friggere

Friggere significa immergere un cibo parzialmente o totalmente in una sostanza grassa (olio, strutto ecc…). La frittura si può fare solo con la farina oppure preparando una pastella. Lo chef Beppe Sardi ha scelto per questa video scuola di cucina la seconda possibilità e ci insegna come friggere realizzando un gustoso baccalà in pastella.
 
Due consigli per non sbagliare:

  • assicuratevi che l’olio sia caldo al punto giusto mettendo in padella un pizzico di farina. Se la farina inizierà a friggere potete cominciare con la frittura della vostra pietanza
  • ricordatevi che per la frittura non c’è un tempo esatto di cottura. Basta semplicemente controllare la doratura.

  • 2 uova
  • farina
  • birra 
  • baccalà
  • olio extravergine d'oliva
  • sale

Una ciotola, una padella antiaderente

  1. Per imparare come friggere, in una ciotola, sbattere le uova con un pizzico di sale. Nel frattempo far riscaldare dell'olio extravergine d'oliva in una padella antiaderente fino a portarlo a ebollizione.
  2. Aggiungere la farina alle uova in modo da avere una pastella per frittura che non sia troppo densa. Amalgamare con una frusta. Quando la pastella inizierà ad addensarsi, unire un po' di birra. Questo aiuterà la pastella a lievitare leggermente. Amalgamare di nuovo con la frusta.
  3. Quando l'olio sarà ben caldo, passare alla frittura. Tagliare il baccalà a cubetti. Immergere i pezzi di baccalà nella pastella. Mescolare in modo che il pesce assorba bene la pastella.
  4. Immergere nell'olio bollente i tocchetti di baccalà in pastella. Se il pesce dovesse friggere troppo violentemente, abbassare la fiamma. Una volta che la frittura di baccalà è dorata al punto giusto, togliere dall'olio, salare e servire.

Sigla.com - Internet Partner