Crudo di gamberoni rossi con sakè e succo di clementine

Crudo di gamberoni rossi con sakè e succo di clementine
Condividi su facebook share twitter share pinterest share

Il nostro food blogger Alfredo Iannaccone propone in questa ricetta un piatto minimal chic: il crudo di gamberoni rossi con sakè e succo di clementine, un antipasto in cui il crudo di mare abbraccia i sapori dell’oriente.

Dettagli ricetta

. Tempo di cottura: 20 min . Tempo di preparazione: 120 min . Dosi per: 4 persone . Difficoltà: Alta . Calorie: Medio . Prezzo: Basso

Intolleranze

Senza frutta secca Senza frutta secca
Senza lattosio Senza lattosio
Senza uova Senza uova
  • 20 Gamberoni Rossi di Mazara del Vallo
  • 4 clementine fresche
  • 1 cucchiaio di foglie di tè cinese Lapsang Souchong
  • pepe verde vanigliato del Borneo
  • olio extravergine di oliva dei Monti Iblei
  • 5 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaino di miso di riso
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • qualche pezzetto di beni shoga (zenzero rosso in salamoia)
  • aceto di lamponi
  • 2 cucchiai di sakè dolce da cucina
  • 3 gambi di sedano rosso di Orbassano Presidio Slow Food
  • foglie giovani di cavolo rosso-viola
  1. Per preparare il crudo di gamberoni rossi con sakè e succo di clementine, sgusciare i gamberoni, eliminare le teste e il carapace, togliere il budellino rosso interno e lasciare la parte finale, la coda.
  2. Preparare una salsa di soia di dolce portandola a 80°C e sciogliendo all'interno lo zucchero. Solo quando sarà fredda la soia, aggiungere al suo interno il sakè dolce, il miso, i pezzetti di beni shoga, l'aceto di lamponi. Lavorare il composto al cucchiaio e disporlo sul fondo di una ciotola freddissima.
  3. Da parte marinare i gamberoni con l'olio dei Monti Iblei, il succo di clementine fresco e il tè lapsang polverizzato al mortaio. Poggiare i gamberoni su metà del composto a base di salsa di soia e ricoprirlo con l'altra metà. Lasciare i crostacei nel frigo coperti da pellicola per 4 ore.
  4. Filtrare e recuperare un po’ di marinatura con il beni shoga. Portare ad accenni di bollore la marinatura e poi farla intiepidire. Ricavare dei nastrini dai gambi di sedano rosso.
  5. Composizione del piatto: disporre un po’ della marinatura dei gamberoni sul fondo di un piatto concavo trasparente. Disporre tre gamberoni al centro del piatto e decorare con le foglie di cavolo viola e i nastrini di sedano rosso di Orbassano. Il crudo di gamberoni rossi con sakè e succo di clementine è pronto per essere servito!
Sigla.com - Internet Partner