Da Tropea a Torino. La Cipolla Rossa incontra il Salone del Gusto

24/10/2012

Da Tropea a Torino. La Cipolla Rossa incontra il Salone del Gusto

Per la nuova edizione del Salone del Gusto, il Consorzio Cipolla Rossa di Tropea Calabria I.G.P. in collaborazione con la Provincia di Cosenza, sarà presente con un suo stand per far conoscere e apprezzare a un pubblico internazionale questo magnifico prodotto made in Calabria.

Il Salone del Gusto, che si svolgerà a Torino dal 25 al 29 ottobre 2012 e giunto ormai alla sua diciassettesima edizione, sposa quest'anno la manifestazione TerraMadre per dar vita ad un unico evento. Slogan di questa edizione “Cibi che cambiano il mondo”. Ed è proprio in questo contesto che  il Consorzio Cipolla Rossa di Tropea Calabria I.G.P. intende collocare questo prodotto, in quanto è senza dubbio il più rinomato da un punto di vista qualitativo e culturale rispetto alle altre varietà. Nei giorni del Salone del Gusto di Torino, dal 25 al 29 ottobre, sarà possibile apprezzarla nell’area dedicata alla Regione Calabria, nel padiglione 3 di Lingotto Fiere, dove sarà presente lo staff del Consorzio ad accogliere quanti vorranno conoscere la eccezionale Cipolla Rossa di Tropea.

La Cipolla Rossa di Tropea Calabria I.G.P. è stata iscritta all’elenco Europeo delle “Denominazioni di Origine e Indicazioni Geografiche Protette” il 28 marzo 2008. Da quella data, il Consorzio ha intrapreso un progetto di valorizzazione di questo magnifico prodotto, contestualizzandolo a una strategia di marketing atta alla valorizzazione a 360 gradi della Cipolla Rossa. Tra le prossime iniziative del Consorzio in programma, il Presidente Antonio Veltri rende noto che il prossimo dicembre, la Cipolla Rossa di Tropea Calabria I.G.P. sarà presente alla Convention nazionale della Unione Italiana Ristoratori.

La Cipolla Rossa di Tropea Calabria I.G.P. pur non essendo la varietà di cipolla più coltivata, è senza dubbio la più rinomata, per le sue caratteristiche qualitative che la distinguono, e, soprattutto, per il valore storico e culturale ancora oggi vivo e presente, sia in cucina che nelle manifestazioni folcloristiche. Diverse fonti storiche e bibliografiche attribuiscono l'introduzione della cipolla nel bacino del mediterraneo e in Calabria, prima ai Fenici e dopo ai Greci. Citazioni negli scritti di numerosi viaggiatori che arrivarono in Calabria fra il ‘700 e l'800 e visitarono la costa tirrenica da Pizzo a Tropea, parlano delle cipolle rosse.
L'area di produzione di questo ecotipo è ben delimitato e abbraccia la fascia costiera medio-alta  tirrenico calabrese, interessando così le province di Cosenza, Catanzaro e Vibo Valentia.

Grazie alla sua dolcezza, la Cipolla Rossa di Troppa Calabria I.G.P. può essere consumata direttamente così come viene colta. Provatela nel ragù, nello stufato di cipolla, in frittate o sulla pizza, ancora con gli spaghetti al nero di seppia o nell’insalata di pomodoro. Avrete delle piacevoli sorprese!

www.consorziocipollatropeaigp.com

Sigla.com - Internet Partner