Dimagrire è come disintossicarsi

Scagli la prima pietra chi non hai mai pronunciato la fatidica frase “da domani mi metto a dieta”! Consigliata da medici e nutrizionisti alle buone forchette di tutto il mondo, protagonista indiscussa dei propositi per il nuovo anno, reinterpretata dalle teorie dell’esperto di turno, questa parola, prima o poi, entra a far parte della vita di tutti, volenti o nolenti.
 
Scherzi a parte, quello dell’obesità è uno dei problemi più seri che, di questi tempi, la nostra società a dover affrontare. I risultati delle ultime statistiche sono allarmanti: cresce il numero dei bambini e degli adolescenti in sovrappeso e con esso aumenta la preoccupazione del mondo occidentale per la salute dei suoi abitanti. Rimedio a questi mali sembrerebbe essere la dieta. Dimagrire, però, non è cosa semplice. Lo conferma un recentissima ricerca condotto nei laboratori canadesi dell'Università di Montreal e pubblicato sull' “International Journal of Obesity” . Recuperare un regime d’alimentazione corretto ed equilibrato, dopo anni di vizi ed eccessi, significa intraprendere un vero e proprio percorso di disintossicazione, con i rischi e le conseguenze che tutto questo comporta. Gli esperimenti condotti sui topi hanno dimostrato che gli animali abituati a un regime alimentare ricco di grassi, se messi a dieta, mostrano sintomi tipici di una crisi d’astinenza, come stati di grande ansia e depressione.
 
Troppo spesso il cibo diventa un rifugio dove ripararsi dall’ansia e dalle frustrazioni della quotidianità. Si mangia per vivere e non il contrario, e quando s’invertono i termini di questo popolare modo di dire ci vogliono tempo e fatica per ripristinarne l’ordine corretto. Sapere che il percorso per raggiungere la forma ideale è così dispendioso e impegnativo, d’altra parte, potrebbe essere un buon monito contro le esagerazioni alimentari. Ingrassare è terribilmente facile, dimagrire sicuramente no.
 
La consapevolezza delle difficoltà che è possibile incontrare durante il proprio percorso di dimagrimento dovrebbe inoltre scoraggiare chi decide di sottoporsi a un regime alimentare troppo rigido e cerca di dimagrire in breve tempo senza avvalersi del parere di un medico. Le diete non sono tutte uguali e la necessità di essere cauti deve essere proporzionale alla quantità dei chili che si vuole perdere. La fretta, soprattutto in questi casi, è cattiva consigliera!
 
Fonte: Ansa
 
di Serena Cirini

Sigla.com - Internet Partner