Festival del brodetto 2013

Fano

12/09/2013 - 15/09/2013

Festival del brodetto 2013-Evento--9

Finita l'estate, torna il Festival del Brodetto a Fano, sulla costa machigiana. L'edizione 2013 si terrà dal 12 al 15 settembre e, se da una parte confermerà molte iniziative degli anni scorsi, come la mostra mercato, l'intrattenimento musicale, la collaborazione con Enzo Vizzari e la Guida ai Ristoranti d’Italia de L’Espresso, show cooking e convegni, dall'altra il Festival del Brodetto 2013 avrà tante novità.
Per prima cosa, l'evento enogastronomico di quest'anno, di cui Saporie.com è media partner, punterà più sull'internazionalità, con tanti chef stranieri chiamati a contendersi il titolo per la “miglior zuppa di pesce straniera”. Nelle edizioni passate del Festival di Brodetto, erano gli chef italiani a contendersi il titolo, mentre quest'anno scopriremo tradizioni e piatti da tutto il mondo.
Lo spazio riservato agli amati show cooking sarà potenziato per il Festival del Brodetto 2013. Tre giorni, non più due, saranno quindi dedicati alle performance dei migliori chef italiani, accompagnati dalle etichette di vino più rinomate della regione Marche. Il tutto, come sempre, al Palabrodetto.
Da quest'anno il Festival del Brodetto sarà poi sempre più vicino alla città di Fano, un luogo di grande fascino culturale, storico e turistico. Per questo motivo, il centro storico di Fano ospiterà l'anteprima del Festival del Brodetto 2013 mercoledì 11 settembre, una serata dedicata al brodetto, ma anche agli altri prodotti tipici della città, come la moretta, uno speciale caffè corretto, che accompagna da secoli il fine pasto degli abitanti di Fano. In occasione dell’anteprima del Festival del Brodetto 2013 sarà possibile visitare la mostra dedicata al pittore Guido Reni e una lunga serie di luoghi storici di Fano, come le chiese di San Francesco o San Pietro in Valle, l’Arco d’Augusto o il complesso del San Michele.

Storia, curiosità e caratteristiche del brodetto
Il brodetto è il piatto simbolo della cucina marinara dell'Adriatico, in particolare veneta, romagnola, marchigiana, termolese e abruzzese. Si tratta di una zuppa di pesce, nata come piatto povero dei pescatori dell'Adriatico che utilizzavano, per preparare il brodetto, quel pescato che era difficile vendere a causa della sua bassa qualità o delle dimensioni dei pesci. Il piatto è quindi costituito da molti tipici di pesci diversi. Devono essere almeno nove/dieci per poter parlare di brodetto.
Due regioni si contendono la paternità della ricetta originale: Romagna e Marche. Da questo, derivano due scuole di pensiero vere e proprie: in Romagna il brodetto deve avere come ingrediente principale la gallinella, mentre nelle Marche l'ingrediente che non può mai mancare è il San Pietro. Ogni famiglia, ogni città, ogni regione che si affaccia sul mare Adriatico ha la sua piccola variante. La ricetta tradizionale del brodetto di Fano o romagnolo, per esempio, comtempla la salsa di pomodoro e l'aceto, ma non tutti gli chef e le famiglia sono d'accordo con questa interpretazione. Solitamente, però, i pesci che si possono trovare nel brodetto dell'Adriatico sono: seppie, triglie, sogliole, palombo, rospo, pannocchie, scorfano, merluzzo, frutti di mare, calamari, razze, gallinelle, San Pietro, vongole, granchi, cozze e tracine. 
In generale, la preparazione del brodetto consiste nel far soffriggere in olio extra vergine d'oliva la cipolla, tritata finemente, e nel lasciar insaporire la zuppa a fuoco lento, aggiungendo brodo di pesce, sale e pepe. Successivamente si uniscono i pesci facendo attenzione a lasciare per ultimi quelli più teneri. A cottura ultimata, si versa il brodetto su fette di pane abbrustolito.

Sigla.com - Internet Partner