Frutta e verdura di settembre: la spesa di stagione

Settembre, fresco la sera e fresco la mattina

Finalmente si respira, liberi dalla calura e dall'afa che hanno ci hanno appesantiti tutto il mese di agosto. Oggi parliamo della frutta e della verdura di stagione a settembre, mese strano e di passaggio perché caldo e fresco, umido e asciutto al tempo stesso, a seconda del momento della giornata o della zona in cui ci si trova. Così, settembre è sia il mese dei fichi che il mese dei funghi, è sia il mese delle zucchine che dei cavoli e delle verze. Estate e inverno si concentrano in un solo mese particolare che offre bontà e nutrimento per tutti i gusti.

La verdura di settembre: fughi ed erbette a volontà

A settembre si iniziano a trovare i primi funghi: i porcini estivi soprattutto e tutti i funghi di sottobosco con cui iniziare a preparare gustose tagliatelle, fritture e insalate leggere perfette per rimettersi in forma senza rinunciare alla soddisfazione del palato.
Poi è la volta di cicoria, cime di rapa, biete, spinaci e tutte le erbette a cui si può pensare. Cucinate all'agro come fanno a Roma oppure ripassate in padella, bollite e condite con olio, sale e limone o in sfiziose torte rustiche, tutte queste verdure sono economiche, ricche di vitamine e sali minerali, soprattutto di ferro (non a caso, Braccio di Ferro...) e facilissime da preparare.

Gli spinaci sono buonissimi sia bolliti che lasciati a crudo in insalata. Lasciati a crudo, basta qualche fogliolina; mentre cotti si riducono tantissimo, quindi bisogna comprarne in abbondanza. Delle foglioline di spinaci a crudo sono fantastiche in una insalata con caprino, fragole e aceto balsamico. In una torta salata possono essere abbinati a dei ravanelli e conditi con Parmigiano Reggiano. In un secondo piatto di carne bianca possono essere frullati e resi una cremina che accompagni della carne di coniglio. Le foglie degli spinaci possono essere rese croccanti in padella con dell'olio per accompagnare un morbido filetto di pesce.
Le biete, grandi alleate di chi vuol fare un po' di dieta per rimettersi in forma al rientro dalle vacanze, possono essere semplicemente bollite oppure usate per fare i rabatòn, gnocchi a base di biete, ricotta, uova, parmigiano e pan grattato, prodotto tipico del Piemonte.

La frutta di settembre: fichi, kiwi e frutti di bosco

Settembre significa andare alla ricerca di alberi di fichi per trascorrere sotto le loro enormi foglie bibliche intere giornate a mangiare frutti dolcissimi e colorati. In cucina, i fichi possono essere usati per preparare dolci marmellate, dessert gourmet e primi piatti sorprendenti.
Così, un intero menu a base di fichi può iniziare con un antipasto di fichi e prosciutto toscano, che contrasta il frutto con il suo sapore salato. Può proseguire con un primo piatto di tortelli di stinco di maiale su vin cotto di fichi e terminare con una millefoglie con confettura di fichi.
Anche i kiwi si accostano molto bene a ingredienti salati. Così, si possono preparare antipasti freddi a base di kiwi, leggeri e facili da preparare come questa crema di caprino con prosciutto crudo croccante e rondelline di kiwi. I kiwi sono perfetti per colorate macedonie di frutta ed energizzanti centrifugati, anche per bambini.
Succosi, profumati e nutrienti, i frutti di bosco sono uno dei più dolci regali dell’estate, a settembre se ne trovano ancora per tutti i gusti.

Le erbe aromatiche di settembre

Dal dragoncello al finocchietto, settembre è ricca di erbe aromatiche da usare per cucinare e profumare tantissimi piatti diversi come il rosmarino, l'origano, la santoreggia, la maggiorana e l'erba cipollina.

Sigla.com - Internet Partner