Gli alimenti idratanti. Come bere acqua...mangiando

Oramai è risaputo: è necessario bere almeno due litri di acqua al giorno. Soprattutto d'estate, quando fa più caldo e attravers la sudorazione si disperdono molti liquidi, mantenersi idratati è importante per evitare cali di zuccheri, di pressione e per poter affrontare anche le giornate più afose senza svenire. Ma sapevi che circa il 20% dell'acqua che assumiamo proviene da cibi solidi? Alle volte, continuare a bere acqua può risultare faticoso, più di mangiare una verdura fresca o una fetta di anguria. Perciò, se si vuole rimanere idratati e fare il pieno di vitamine e sali minerali, è bene conoscere quali sono gli alimenti che contengono più acqua e hanno, quindi, un potere idratante più forte degli altri.

1. Anguria, 95% di acqua

Grazie al suo elevato contenuto d'acqua - l'anguria è costituita al 95% di acqua - questo frutto è indubbiamente un alimento molto rinfrescante, la bevanda naturale perfetta per reintegrare i sali minerali persi con il sudore durante le calde giornate estive. Sono in molti, tuttavia, a ritenere erroneamente, a causa della cattiva abitudine di mangiare il cocomero a fine pasto, che l'anguria sia un frutto poco digeribile. Il fatto è questo: per ogni 600 g di anguria si ingerisce circa mezzo litro d'acqua, che inevitabilmente diluisce i succhi gastrisci e rallenta i tempi di digestione, portando a credere che sia l'anguria a generare il disagio. Per questo motivo, si consiglia di mangiare il cocomero a merenda, prima o lontano dei pasti. In questo modo, si evita il rischio di fastidiosi mal di pancia.

2. Melone, delizia d'estate

Anche il melone è un concentrato d’acqua, ne contiene circa il 95%, quasi come l'anguria, ed è anche un importante alleato della nostra salute, perché è ricco di vitamine (A, B e C) e sali minerali. Il melone, tra l'altro, ha poche calorie (una porzione ne conta circa 60) e non contiene grassi saturi. Ricco di ferro, calcio e fosforo e, quindi, adattissimo anche all’alimentazione dei bambini, il melone è "amico dell’intestino", perché ne stimola i movimenti favorendo la digestione.

3. Cetrioli, da sbucciare e gustare

Lo si sente anche solo sbucciandoli: i cetrioli sono fatti per lo più di acqua. Ne contengono ancora di più del melone e dell'anguria, aggiundicandosi il primato. 96,7% di acqua.
Facilissimo da preparare, il cetriolo si priva delle due parti finali, si sbuccia e si taglia a rondelle che si possono aggiungere a freschissime insalatone con pomodori, feta e svariate altre verdure e ingredienti di ogni genere. Il classico dell'estate? Insalatona di cetrioli e pomodoro conditi con un filo di olio extravergine, sale e qualche goccia di succo di limone. Una meraviglia fresca e leggera che sazia, indrata e dà energia.

4. Peperoni verdi, piccanti e idratanti

Strano ma vero: anche i peperoni verdi contengono grandi quantità di acqua (ne sono composti al 93% circa) e sono, inoltre, ricchi di antiossidanti. Più dei peperoni gialli e rossi, i peperoni verdi idratano la pelle e il nostro organismo in generale. Dal sapore leggermente più piccante rispetto alle altre due varietà più delicate e zuccherine, i peperoni verdi sono facili da preparare e possono anche diventare leggeri e facilmente digeribili se cotti al forno interi a 200° C per una ventina di minuti, spellati e poi conditi con aglio e prezzemolo tritati e olio extravergine di oliva.

5. Fragole, leggere ma dolci

Sono il frutto più amato da grandi e piccini. Rosse, dolci e saporite, le fragole sono un frutto di stagione da maggio a settembre che profuma d'estate e frutta fresca. Ricche di vitamine e sali minerali, le fragole, oltre a essere composte di acqua al 92%, hanno proprietà antiossidanti che ritardano l'invecchiamento della pelle e favoriscono una buona circolazione. Cariche soprattutto di vitamina C, una manciata di fragole può pareggiare la vitamina C contenuta in una arancia e rimangono mlto più leggera pesando meno sullo stomaco. Le fragole hanno anche proprietà antinfiammatorie e sono ricchissime anche di vitamina A e vitamine del gruppo B.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, le fragole sono un frutto che può diventare un dessert o uno spuntino leggero. Solo 33 sono le calorie ogni 100 grammi di fragole e la quantità di zuccheri contenuta in esse non è così eccessiva. Perciò, sempre senza abusarne, durante l'estate si può e si deve approfittare dell'abbondanza di questo frutto dolcissimo e gustoso.

Sigla.com - Internet Partner