Gnocchi di ricotta e pesto con baccalà spadellato al latte

Gnocchi di ricotta e pesto con baccalà spadellato al latte
Condividi su facebook share twitter share pinterest share

Nella cucina evoluta creativa la parola d'ordine è sperimentare e il nostro food blogger Alfredo Iannaccone propone una ricetta davvero fantasiosa: gli gnocchi di ricotta e pesto con baccalà spadellato nel latte. Un primo piatto dal sapore soave e dai colori intensi dove il pesto di basilico accompagna perfettamente le note dolci-saline della ricotta di pecora, la forza del pecorino e la qualità del baccalà.

Dettagli ricetta

. Tempo di cottura: 10 min . Tempo di preparazione: 30 min . Dosi per: 4 persone . Difficoltà: Media . Calorie: Medio . Prezzo: Medio

Intolleranze

Senza uova Senza uova
Senza crostacei Senza crostacei
Per la base del pesto:
  • 30 foglie di basilico freschissimo del Prà
  • 3 cucchiai di olio extravergine di olive taggiasche della Riviera Ligure
  • 30 g di pecorino Carmasciano delle colline irpine
  • 20 g di Parmigiano Reggiano stagionato 18 mesi Vacche Rosse
  • pepe nero
  • pinoli
  • ghiaccio

Per l'impasto degli gnocchi:
  • 200 g di ricotta di pecora fresca
  • 30 g di granito di grano tenero
  • 50 g di pesto fresco
  • 1 limone fresco Sfusato Costa d'Amalfi

Per il condimento:
  • 500 g di baccalà islandese Gadus Morhua congelato a bordo
  • 30 g di latte di bufala fresco
  • 20 g di burro di panna fresca centrifugata delle Langhe Piemontesi
  • basilico greco in foglie fresco
  • pepe bianco
  1. Per preparare gli gnocchi di ricotta e pesto con baccalà spadellato al latte mettere delicatamente le foglie del basilico a bagno in acqua fredda e tostare i pinoli in una padella.
  2. Raffreddare a -30 °C con l'abbattitore il contenitore del mixer e frullare i pinoli tostati con l'olio extravergine di oliva. Con il mixer ancora in funzione, aggiungere le foglie di basilico scolate delicatamente e aggiungere qualche cubetto di ghiaccio per tenere la temperatura.
  3. Aggiungere al basilico e ai pinoli il pecorino e il parmigiano grattugiati al momento, ottenendo così un composto molto denso; coprire il tutto con un filo d'olio extravergine di oliva e lasciarlo in frigo 30 minuti.
  4. Lavorare la ricotta di pecora al setaccio con gocce di succo di limone e pepe bianco e unirla, in una ciotola freddissima di inox, al pesto; aggiungere poi il granito di grano tenero al composto.
  5. Dare forma agli gnocchi con le mani di una dimensione non eccesiva e di colore verde intenso, disponendoli separati su un vassoio leggermente infarinato.
  6. In una padella portare a bollore un sottile strato d'acqua salata e cuocervi per pochi istanti gli gnocchi senza toccarli.
  7. Disporre sul fondo di un piatto bowl la salsina di burro e latte ricavata dalla cottura del baccalà: con una pinza alternare i tocchetti di baccalà e di gnocchi di pesto e ricotta di pecora.
  8. Irrorare gli gnocchi di ricotta e pesto con baccalà spadellato al latte con gocce di olio extravergine di oliva della Riviera ligure e decorarli con foglioline di profumatissimo basilico greco. Un primo piatto da veri intenditori, buon appetito!
Sigla.com - Internet Partner