Gusto e relax ne I chiostri di San Barnaba, una location unica nel cuore di Milano

14/05/2013

Gusto e relax ne I chiostri di San Barnaba, una location unica nel cuore di Milano

Il ristorante caffè I chiostri di San Barnaba vi accoglie nell'affascinante e suggestiva cornice del chiostro rinascimentale di un ex convento francescano del XV secolo, nascosto in pieno centro di Milano.

La carta del menu propone piatti della tradizione, specialmente milanese, interpretati dal giovane e talentuoso chef Simone Iozzo, che per le sue creazioni cura in egual misura sapore e presentazione, selezionando materie prime di stagione e qualitativamente eccellenti.

La bontà dei piatti proposti e la bellezza della storica location che accoglie il ristorante, con due sale interne e un suggestivo chiostro esterno, rendono I Chiostri di San Barnaba il posto ideale per tutti coloro che desiderano soddisfare i piaceri del palato al riparo dalla frenesia e dai rumori della città, sia per un rapido business lunch, sia per una romantica cena a due o una tavolata tra amici.

I Chiostri di San Barnaba è anche un accogliente coffee bar, premiato dal Gambero Rosso e famoso per il suo ricco e gustoso happy hour, che ogni giorno propone stuzzicanti piatti e che, con la bella stagione, viene servito all’aperto, permettendo di sorseggiare del buon vino, o un originale cocktail avvolti dall’incantevole scenario del Chiostro delle Statue.

Stuzzicanti anche le cene a tema, vere esperienze culinarie organizzate periodicamente e legate a particolari ricorrenze, alla stagione o a specifiche tradizioni gastronomiche: romantico il menu “Le fasi dell’amore” per S.Valentino; ispirate alla tradizione americana le cene di Halloween e del Thanksgiving day; dedicato a San Patrizio il menu irlandese e al poeta Burns quello scozzese, oltre alla cena medievale, portoghese, greca e tante altre! Piatti originali e spesso “esotici” che stimolano la fantasia e il palato, ma che non hanno niente da invidiare al menu alla carta.

La cucina de I Chiostri è anche rinomata per il servizio di catering in occasione di eventi, feste, matrimoni, ricevimenti privati e cene aziendali. La location inoltre viene spesso arricchita dalle opere di artisti contemporanei per le mostre organizzate a cadenza bimestrale.

Orari e aperture
Ristorante: 12.30- 15.00 e 19.30 - 22.30, per cena e per l’iniziativa "Chef per una sera"
Aperitivo: dalle 18.30 alle 22.00, che nel periodo estivo si estende dalle 19.00 alle 22.00.
Bar: dalle 9.00 alle 24.00. Chiuso da metà giugno a metà ottobre.

DIVENTA CHEF PER UNA SERA

I Chiostri di San Barnaba apre la sua cucina a tutti coloro che vogliono divertirsi “improvvisandosi” chef per una sera.

Volete mettere alla prova le vostre capacità culinarie? Invitare gli amici al ristorante e stare personalmente ai fornelli? Preparare una cena romantica e servirla in un ristorante riservato per voi?

Sembrano scene da film, ma da ottobre, e per tutto l’inverno, al ristorante I Chiostri di San Barnaba tutto questo si trasformerà in realtà per chiunque desideri cimentarsi ai fuochi di una cucina professionale e vivere una giornata da chef!

Per questa originale iniziativa, i Chiostri di San Barnaba metterà a disposizione per una sera la sua cucina, una sala riservata o la location intera, il suo chef e un lavapiatti, dandovi la possibilità di preparare una perfetta cena gourmet per i vostri commensali. Potete pensare voi alla spesa, oppure ordinare e trovare già in cucina tutti gli ingredienti che vi servono, così come potete richiedere uno o più camerieri extra.

Chef Simone Iozzo

Poteva essere un fumettista o un pittore, o forse un writer di strada; se Simone Iozzo non avesse fatto lo chef probabilmente ora terrebbe in mano una matita da disegno.

Dotato di grande creatività e di naturale manualità, Simone ha scelto da giovanissimo di intraprendere la carriera alberghiera, trasferendo quindi abilità e fantasia dal pennello ai fornelli, fino ad arrivare nel 2009, a soli 26 anni, al timone della cucina de I Chiostri di San Barnaba, dopo essersi fatto “le ossa” in ristoranti importanti come Tano passami l’Olio a Milano e Rosso Barrique di Porto Cervo.

Simone è stato in grado di dare una sua impronta alla cucina del ristorante, caratterizzando in maniera innovativa i grandi piatti della tradizione italiana. Le sue origini, metà lombarde e metà calabresi, sono un asso nella manica: tradizioni culinarie del nord e del sud si fondono in piatti ricercati e sapori unici, capaci di racchiudere in ogni boccone le peculiarità delle diverse realtà regionali che il nostro paese offre.

I cavalli di battaglia di Simone sono decisamente i risotti, cucinati secondo tradizione, ma con ingredienti sorprendenti, che mai ci si aspetterebbe di trovare abbinati. Anche nelle ricette di pesce, di cui Simone è molto ghiotto, lo chef dà libero sfogo alla sua fantasia.

Paola Francavilla e Massimo Morazzoni, proprietari del ristorante con alle spalle anni di esperienza nel campo della ristorazione e del catering, soci nella vita e sul lavoro, hanno voluto puntare sulla professionalità, oltre che sulla creatività e l’entusiasmo di Simone, creando con lui menu in continua evoluzione e sfruttando tutti i prodotti freschi di stagione, in modo da offrire ogni volta nuove e uniche esperienze culinarie.

di Gloria Giovanetti

Sigla.com - Internet Partner