Halloween...in fattoria: le proposte stregate delle aziende agricole

30/10/2014

Halloween...in fattoria: le proposte stregate delle aziende agricole

Dai laboratori per imparare a intagliare la zucca alle passeggiate nel bosco stregato scortati solo da una piccola torcia, fino alle lezioni per preparare i dolcetti di Ognissanti. Sono tantissime le attività per i bambini e proposte dalle aziende agricole e dalle fattorie didattiche della Toscana per Halloween: quest’anno secondo Coldiretti, saranno il 20% in più le famiglie che andranno in campagna per per partecipare a laboratori, feste, giochi ed attività legate alla ricorrenza anglosassone che piace sempre più anche a noi toscani. Ecco allora alcuni consigli per trascorrere in modo originale e divertente la festa di Halloween.

A Massarosa, in Versilia, la Cooperativa “Versil Green” organizza, giovedì 30 ottobre, un pomeriggio all’insegna del celebre claim “Dolcetto o Scherzetto?” con tanti laboratori in maschera. Sarà spiegata l’origine della festa, e le sue tante interpretazioni, soprattutto sarà occasione per osservare e vivere la campagna nel periodo autunnale raccogliendo zucche, decorandole e preparando dolcetti in cucina.

A Crespina, nel pisano, la Fattoria Didattica “La Serra” oltre a giochi, attività ricreative all’insegna della paura e del divertimento, ed una cena buona e mostruosa, propone una terrificante e misteriosa passeggiata nel bosco stregato. Gli organizzatori consigliano di portare da casa una piccola torcia per affrontare l’oscurità. A Quarrata, nel pistoiese, l’Oasi di Baugiano organizza la “serata Zombie” seguita da una cena molto “orrorifica” con dita di strega mozzate con salsa mozzafiato, vermiccelli prefereti dai vampiri, patate dell’orto dell’Orco Ortolano e bomboloncini neri all’extra-noire.

Per chi invece vuole divertirsi in completa autonomia a intagliare un’autentica zucca di Halloween, Coldiretti ha stilato una semplice guida. Occorre innanzitutto scegliere una bella zucca dal peso compreso tra i cinque e i dieci chili, rotonda e senza imperfezioni perché, più liscia è la superficie, più facile è intagliarla. Con uno scalpello a forma di V poi bisogna tracciare le linee sul volto della zucca e con un coltello da cucina ben affilato e non troppo flessibile occorre scavare per intagliare i tratti del "volto" in modo da ricavare dei fori da dove fuoriesca la luce. Per inserire al suo interno una candela accesa è sufficiente scavare un buco sul fondo della zucca per ricavare una via d'entrata senza rovinare l'opera d'arte. Chi volesse conservare a lungo la zucca intagliata una volta alla settimana deve passare sulla parte esterna un po' di olio vegetale con un panno morbido e lasciarla in un luogo fresco e asciutto.

Sigla.com - Internet Partner