Il calendario dei piaceri

Istria, Croazia

18/07/2013 - 23/03/2014

Il calendario dei piaceri-Evento--9

Il calendario dei piaceri, una gustosa serie di eventi enogastronomici da non perdere tra luglio 2013 e marzo 2014: le giornate della sogliola e del calamaro, il festival del terrano e del tartufo, la fiera della grappa e la sagra delle castagne. Questi sono solo alcuni degli appuntamenti enogastronomici delle quattro perle dell’Istria nord occidentale, in Croazia: Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie.
Un vero e proprio calendario dei piaceri che da una tipicità all’altra svela gusti e sapori di un territorio ricco e vario come quello istriano, dove trovano spazio da una parte i frutti dell’Adriatico, che caratterizzano soprattutto le località costiere, e dall’altra i prodotti tipici che vengono da coltivazioni e allevamenti dell’entroterra.

Ultimi appuntamenti d’estate
Il calendario dei piaceri inizia a luglio 2013. Dal 18 al 28, si tiene a Umago l’Istria Gourmet Festival. In occasione del famoso torneo di tennis ATP, verranno presentate le tipicità culinarie dell'Istria nord-occidentale direttamente dai produttori della zona, ci saranno degustazioni e incontri tematici, serate dedicate ai migliori ristoranti locali premiati con riconoscimenti prestigiosi.
Gli eventi enogastronomici spesso sono anche ottime occasioni per conoscere il territorio. È il caso di Vino e chitarre che si tiene venerdì 23 agosto a Momiano, nella località di Buie: un concerto di chitarre classiche con degustazione di vini locali. L’originale abbinamento ha luogo vicino all’antico castello medievale di Momiano, assolutamente da non perdere!

Autunno con vini e tartufi (tra cui il più grande del mondo)
Il calendario dei piaceri prosegue a fine settembre quando si entra nella stagione che più si fa apprezzare proprio per i prodotti tipici che offre. Funghi, castagne, vini, grappe ma soprattutto il pregiato tartufo bianco sono i protagonisti indiscussi dell’autunno.
Si inizia a Grisignana, tranquilla località dell’entroterra, con Degustazione di funghi e vini rossi del buiese, dal 26 al 29 settembre. Mentre sabato 28 settembre, a Montona, si tiene il Festival del terrano e del tartufo. Il terrano, che fino a un secolo fa costituiva la varietà maggiormente diffusa in Istria, è un vino di carattere, corposo e vigoroso, leggermente aspro. Un vino autentico, un tempo servito in bottiglie di ceramica agli ambasciatori imperiali.
Appuntamento unico nel suo genere è il 20° Tuberfest, le giornate del tartufo istriano, dal 4 al 6 ottobre a Levade, località di Portole. Il Tuberfest è divenuta una tradizionale occasione di ritrovo per gli appassionati del tartufo e non solo, con dimostrazioni sulla ricerca di questo particolare tubero, show cooking con personalità celebri e programma di intrattenimento. Noto da sempre come un’autentica prelibatezza, il tartufo costituisce ancora oggi un prestigioso ingrediente nella gastronomia mondiale. Questo tubero cresce soltanto in pochi punti in Europa dove può trovare un clima mite, una scarsa escursione termica e terre grigie argillose. In Istria si trovano entrambe le varietà, sia il tartufo nero sia il più ricercato tartufo bianco e l’apice di raccolta è proprio in ottobre. Durante il festival non mancano degustazioni di altri prodotti tipici della zona. Una curiosità: nel libro dei Guiness si trova un tartufo di ben 1,31 kg, il più grande del mondo, raccolto proprio nei pressi di Levade.
Il 12 ottobre a Portole si tiene la 4a Sagra delle Castagne, mentre il 27 ottobre a Colmo, in località Pinguente, da non perdere la 13a Fiera della Grappa. Dal 2 al 3 novembre ben due eventi: le Giornate dei funghi a Verteneglio e le Giornate del tartufo a Pinguente. Le manifestazioni autunnali del calendario dei piaceri si concludono con la tradizionale Festa di San Martino a Momiano, in località Buie, dall’8 all’11 novembre, con il vino novello. Dal moscato dolce, alla malvasia, al terrano, gli eccellenti vini istriani non deluderanno il palato.

Il pesce dell’Adriatico
Nel calendario dei piaceri istriano non potevano mancare eventi enogastronomici dedicati al pesce. La storia dell’Istria e dei suoi abitanti è sempre stata intrinsecamente legata al mare, in particolare nelle località della costa che hanno saputo mantenere ancor oggi il fascino tipico dei villaggi di pescatori. 
Il primo importante evento è rappresentato dalle Giornate della sogliola che coinvolgono Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie dal 19 ottobre al 31 novembre. È proprio qui infatti che si pescano le varietà più pregiate della sogliola bianca, un’autentica prelibatezza della zona. Lungo tutto il periodo numerosi ristoranti offrono sofisticate creazioni culinarie che permettono di assaporare la sogliola abbinata a diversi altri prodotti tipici della zona, in primis l’olio di oliva e i vini.
Per gustare un altro piatto tipico della cucina istriana, il periodo ideale è dal 1° dicembre al 6 gennaio 2014 durante le tanto attese Giornate del calamaro adriatico. La pesca di questo mollusco è una lunga tradizione della zona, risale addirittura all’antichità. L’acqua, qui notevolmente salata e pulita, conferisce ai calamari un sapore autentico, particolarmente intenso proprio in inverno quando gli esemplari giovani si fermano nelle insenature poco profonde dell’Adriatico settentrionale dove trovano abbondante nutrimento. Anche in questo caso, durante il periodo interessato dalla manifestazione, i ristoranti mettono a disposizione dei buongustai piatti a base di calamaro, declinati in diverse e originali ricette.
Ll’inverno è il periodo ideale anche per assaggiare cappesante, cozze, tartufi di mare, arche di Noè (o mussoli), canestrelli e ostriche: dall’8 febbraio al 23 marzo 2014 a Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie si svolgono quindi le Giornate dei frutti di mare. Una vera esperienza culinaria adatta anche ai palati più raffinati! Il sapore al contempo delicato e intenso viene anche in questo caso dal mare particolarmente pulito che permette l’esistenza di un ecosistema ricco e vario che caratterizza i fondali rocciosi e sabbiosi istriani. I frutti di mare vengono preparati secondo le antiche ricette dei pescatori: alla busara, con aglio, premezzolo e pomodoro, o ancora arrostiti sulla griglia, cotti al forno o addirittura crudi, con il caratteristico olio di oliva locale e con il limone.

Sulle strade dei sapori
Al di là del ricco calendario dei sapori, sono due gli itinerari che un buongustaio in vacanza in Istria non può davvero perdere: le Strade del vino e le Strade dell’olio di oliva. Entrambe conducono a gusti autentici che parlano della cultura e della tradizione istriana.
Dal sapore corposo e vigoroso del terrano, vino di carattere, leggermente aspro, al dolce moscato di Momiano, passando per la malvasia, con i suoi 2000 anni di storia. Alcuni produttori vitivinicoli istriani hanno ottenuto importanti riconoscimenti e soprattutto negli ultimi anni i vini locali sono apprezzati e richiesti anche dal mercato italiano. 
Per l’ottavo anno consecutivo gli oli d’oliva dell’Istria figurano nella lista mondiale dei 20 migliori oli d’oliva secondo la prestigiosa guida “Flos Olei”. Non solo da assaggiare, lungo la Strada dell’olio sarà interessante visitare i produttori per conoscere da vicino le varie fasi di lavorazione che permettono di ottenere il pregiato olio.
Vini, oli e prodotti tipici entrano nelle cucine dei locali istriani, dalle trattorie agli agriturismo, fino ai ristoranti, alcuni dei quali inseriti in guide prestigiose come quella de L’Espresso e la Gault Millau.

Tutti i colori dell’Istria
Coste chilometriche baciate dal sole e spiagge accarezzate da un mare cristallino, villaggi di pescatori che colorano l’entroterra e affascinanti borghi ricchi di cultura e storia. Siamo in Istria, nella parte nord occidentale, quella più vicina al confine italiano, dove sorgono 4 perle dell’Adriatico: Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie. Un territorio ricco di meraviglie naturali, una tradizione culinaria che gode di ottimi prodotti tipici e di interessanti eventi enogastronomici in grado di valorizzarli, strutture di lusso e comfort con centri benessere all’avanguardia: tutto questo assicura una vacanza all’insegna di mare, wellness e buona cucina. Un ventaglio di colori, profumi e sapori!

Sigla.com - Internet Partner