Lavanda: profumo di bellezza e benessere

24/05/2013

Lavanda: profumo di bellezza e benessere

Il mese di maggio si tinge di viola. La primavera ha il profumo intenso e avvolgente della lavanda e il benessere prodotto da questa pianta officinale si rivela un ottimo alleato contro la stanchezza, lo stress, l’insonnia e i mali di stagione. Con infusi, oli, aromaterapia e saponette, la salute e la bellezza saranno a portata di mano!

La lavanda ha il potere di rievocare nella mente immagini intrise di poesia e romanticismo. Le spighe colorate, che si piegano al vento della Provenza francese, hanno per molti il potere d’inebriare, emozionare e purificare. L’origine del nome, d’altronde, deriva dal fatto che gli antichi la adoperavano per detergere il corpo. I Greci la chiamavano “Nardo” in onore della città della Siria Antica, dove il suo utilizzo era particolarmente diffuso. Gli antichi romani per lavarsi utilizzavano un profumo composto di lavanda, mirra e giglio: era una pianta molto preziosa e, per questo, era venduta ad alto prezzo. Nel medioevo, invece, si credeva che i fiori di lavanda fossero dotati di particolari proprietà afrodisiache e, speranza di passione nei secoli bui, divennero rapidamente una delle piante più richieste.

La specie maggiormente coltivata e utilizzata in Italia è rappresentata dalla Lavandula officinalis. Tanti sono i malesseri, fisici o psicologici, che possono essere alleviati con questa pianta erbacea aromatica. L’arrivo dell’estate, per esempio, porta con sé anche quello, decisamente meno piacevole, delle zanzare. Per trovare un po’ di sollievo dal fastidioso prurito provocato dalle punture di questi insetti bastano poche gocce d’olio essenziale di lavanda: il sollievo sarà immediato. L’olio essenziale procura al corpo un grande giovamento anche in caso di mal di testa, affaticamento degli arti inferiori o scottature e irritazioni della pelle. Inoltre, se aggiunto al bicarbonato e diluito in acqua bollente, quest’olio può essere utile anche per sconfiggere il raffreddore.

La lavanda è estremamente efficace contro lo stress. Per questo, chi può soffre di questo problema, potrà trarre un grande giovamento dai massaggi effettuati con quest’olio che contribuisce ad allentare la tensione muscolare. L’acqua floreale di lavanda, invece, mantiene freschi e profumati gli ambienti della casa. Chi soffre d’insonnia potrà ritrovare il meritato riposo ungendo il proprio cuscino con qualche spruzzo di quest’acqua. Per lasciarsi dolcemente cullare dalle braccia di Morfeo, basterà anche tenere un fazzoletto imbevuto di questa sostanza sul comodino.

L'infuso di lavanda, ricco di proprietà calmanti, può essere preparato con i fiori secchi di lavanda abbinati a melissa, tiglio e camomilla. Questa bevanda  presenta spiccate proprietà diuretiche. Per ottenere gli effetti desiderati è necessario conteggiare un cucchiaino di fiori secchi di lavanda ogni tazza da 250 ml di acqua bollente e consumare tre volte al giorno. Anche in cucina, il suo particolarissimo aroma si rivela un ottimo ingrediente per realizzare ricette originali ed estremamente gustose: che ne dite di provare i biscotti alla lavanda?

Questa fonte di benessere e bellezza può crescere in un vaso sul balcone o in giardino. Chi non ha il pollice verde può comunque tentare di coltivarla: è una pianta rustica e non possiede particolari esigenze, se non quella di essere evitare che rimangano dei ristagni idrici nei sottovasi. Il colore dei suoi fiori saprà rendere ancora più belle le vostre abitazioni: la lavanda, infatti, è una pianta decorativa e utile allo stesso tempo!

Fonte: greenme.it

di Serena Cirini

Sigla.com - Internet Partner