Mandorle d'acqua dolce

Mandorle d'acqua dolce
Condividi su facebook share twitter share google+ share pinterest share

Il foodblogger Alfredo iannaccone ci trasporta, con le mandorle d'acqua dolce, in un'altalena di sapori da vivere e assaporare. Un entrèe di mare di alta classe, un puzzle apparentemente difficile da assemblare, ma equilibrato e tecnicamente ineccepibile. La mandorla di mare non ha nulla da invidiare alle raffinatissime ostriche e, freschissima e servita cruda, viene poggiata in un piatto bowl su un'acqua zuccherina ottenuta da infusione prolungata di fiori di sambuco, sciroppo d'acero e succo di limone verde acerbo amalfitano. 

Dettagli ricetta

. Tempo di cottura: 90 min . Tempo di preparazione: 30 min . Dosi per: 4 persone . Difficoltà: Bassa . Calorie: Basso . Prezzo: Alto

Intolleranze

Senza glutine Senza glutine
Senza frutta secca Senza frutta secca
Senza lattosio Senza lattosio
Senza uova Senza uova
Senza crostacei Senza crostacei
Per le mandorle di mare:
  • 10 mandorle di mare freschissime della Bretagna
  • 1 tazzina di acqua di mare depurata e batteriologicamente pura ad uso alimentare
Per lo sciroppo di sambuco e limone:
  • 10 fiori di sambuco
  • 2 limoni verde acerbo della Costiera Amalfitana
  • 1 litro di acqua
  • 30 ml di sciroppo d'acero
Per la decorazione del piatto:
  • fiori di begonia apple blossom
  • germogli di rughetta 
  • zeste di limone verde acerbo
  1. Per preparare le mandorle d'acqua dolce, lasciar marinare per due ore e mezza i fiori di sambuco nell'acqua con i limoni della Costiera Amalfitana, tagliati a spicchi. Togliere i fiori di sambuco dall'acqua e i limoni verde acerbo della Costiera Amalfitana, aggiungere lo sciroppo d'acero, mescolare e lasciar riposare per 24 ore circa.
  2. Riportare sul fuoco a bagnomaria circa 50 ml del composto e far ridurre il contenuto di 2/3. Spurgare le mandorle di mare della Bretagna nell'acqua di mare, quando cominceranno ad aprirsi, recuperare delicatamente un po' d'acqua di mare, filtrarla e aggiungerla al composto di fiori di sambuco e limoni della Costiera Amalfitana.
  3. Ricavare da un limone verde acerbo della Costiera Amalfitana un pò di zeste. Riporre sul fondo di un piatto bowl lo sciroppo di sambuco e limone, poi depositare le mandorle di mare della Bretagna, in modo tale da farle galleggiare sul loro guscio sull'acqua zuccherina.
  4. Decorare il piatto con i fiori di begonia apple blossom e con i germogli di ruchetta, infine, aggiungere le zeste di limoni della Costiera Amalfitana. Le mandorle d'acqua dolce sono pronte e possono essere servite come antipasto dolce acidulo ai commensali.
Sigla.com - Internet Partner