Natale in Polonia tra mercatini di Natale e Presepi

Cracovia, Varsavia, Danzica, Wroclaw e Torun

01/12/2012 - 06/01/2013

La Polonia, invasa da milioni di turisti e tifosi la scorsa estate in occasione degli Europei di calcio, si prepara al Natale. Classici mercatini di Natale iniziano a essere allestiti nelle città principali della Regione: Cracovia, Varsavia, Danzica, Wroclaw e Torun. 

I mercatini di Natale ogni anno attraggono milioni di turisti, ma è il concorso dei presepi a costituire una tradizione tipicamente polacca. Un concorso che si svolge a Cracovia e premierà il vincitore il primo giovedì di dicembre, il 6 dicembre 2012. I presepi in gara, realizzati con legno e carta stagnola, riproducono la città di Cracovia e le guglie barocche degli edifici sacri che assunsero tale aspetto nella seconda metà del XIX secolo. La tradizione del presepe è molto antica in Polonia, originariamente erano i muratori che li costruivano e li vendevano alle ricche famiglie di Cracovia per adornare la casa nel periodo natalizio. Era un modo per superare la stagione invernale, quando il lavoro di costruzione si fermava quasi del tutto. È il Museo Storico della città che organizza e ospita il concorso e conserva, nelle sue magnifiche stanze, l'opera del vincitore. Oggi sono 200 i presepi presenti nel museo, che vanta la collezione più vasta al mondo.
Una competizione, quella dei presepi, molto antica. La prima edizione venne organizzata da Jerzy  Dobczynski, amante delle tradizioni popolari, presso il monumento di Adam Mickiewicz nella Piazza del Mercato. Poi si ebbe la seconda edizione e poi la manifestazione fu sospesa durante gli anni dell'occupazione tedesca e ripresa nel 1945.
I presepi polacchi sono presepi molto colorati, che riproducono le cupole e le torri dei più famosi monumenti di Cracovia in una kermesse d'architettura gotica, barocca e rococò. La forma del presepe è quella di una cattedrale di tre piani, sta all'artista scegliere il monumento cui ispirarsi. Il piano superiore è occupato dagli angeli che annunciano la nascita di Gesù, quello intermedio dal bue e l'asinello e, infine, quella inferiore da Re Magi e contadini polacchi.
Cracovia, patrimonio dell'umanità Unesco dal 1987, è famosa per il suo centro storico, dove si trovano i monumenti ritratti nei presepi: la Basilica di Santa Maria, che si innalza imponente in Piazza del Mercato e con la torre di guardia e del campanario raggiunge gli ottanta metri d'altezza. La cattedrale di Wawel, nella parte della città che si sviluppa sulla collina di Wawel, il santuario nazionale polacco, dove venivano incoronati i sovrani, del XIX secolo. In stile romanico la chiesa di San Andrea del 1098. La chiesa barocca dei Santi Pietro e Paolo, unica nel suo genere e circondata dalle imponenti statue dei dodici apostoli. E altre chiese barocche: di Sant'Anna costruita tra il 1689-1705 da Tylman van Gameren e la Chiesa di Santa Barbara, dagli interni barocchi.

Passare dicembre e il Natale in Polonia permette di visitare le città dalle multi etnie e culture e visitare i loro tradizionali mercatini di Natale, assaporare le leccornie polacche, ammirare e regalare gli oggetti tipici dell'artigianato, ceramiche e decorazioni natalizie. Vivere emozioni uniche passeggiando sotto le luci natalizie, tra profumi di salumi, dolci e miele polacco, al ritmo di musiche e canti natalizi.

A Varsavia, la capitale, i mercatini saranno presenti per circa un mese dal 24 novembre 2012 al 6 gennaio 2013, nella piazza principale del centro storico della città vecchia. Le quasi ottanta bancarelle celebrano la tradizione enogastronomica polacca con dolci, salumi, formaggi, pani regionali, birra calda e vin brulé. Tantissimi anche i banchi dedicati all'artigianato, che espongono candele, lampade fatte a mano, gioielli, oggetti in ambra del Baltico, tovaglie, sculture in legno e ceramica, oggetti ornamentali  e tanto altro. Vi consigliamo di visitare i mercatini durante i fine settimana, quando si organizzano manifestazioni folkroristiche con degustazioni di prodotti tipici.

A Cracovia è la piazza del mercato, uno dei centri storici della città, ad animarsi nel periodo natalizio dal 30 novembre al 26 dicembre 2012. Il centro di Cracovia diviene magico e se c'è la neve ancora di più. Anche qui potrete trovare prodotti tipici: salsicce polacche, zuppe, dolciumi e dell'artigianato locale: gioielli, vestiti, pantofole, pellicce. Riscaldandovi con un bicchiere di vin brulé potrete passeggiare fra le tradizionali bancarelle, avendo come sottofondo i canti di Natale.

Sul mar Baltico, a Danzica, il porto più importante della Polonia, il mercatino di Natale è solo una delle tante attrazioni che compongono La Fiera di Natale di Danzica dal 6 dicembre al 23 dicembre 2012. Gli eventi culturali e d'intrattenimento per adulti e bambini arricchiscono il tradizionale mercatino in piazza Targ Weglowy dove potrete trovare tante idee regalo, tanti addobbi natalizi e anche alberi, giocattoli e oggetti artigianali in ambra.

A Wroclaw, Breslavia in italiano, città dall'architettura molteplice: boema, austriaca e prussiana e dallo stile dal gotico al barocco. Il mercato di Natale, in via Swidnicka, che quest'anno si svolge dal 23 novembre al 23 dicembre 2012, è un mercatino internazionale con bancarelle polacche, francesi, tedesche, lituane, lettoniane che espongono tanti dolci, idee regalo, ornamenti, oggetti artigianali e prodotti enogastronomici. È dal XVI secolo che il mercatino di Natale ha luogo a Breslavia e sono le decorazioni e le illuminazioni natalizie a caratterizzarlo. Per i bambini ogni anno viene allestito il bosco delle fiabe dove possono assistere alle fiabe più belle messe in scena o raccontate. Da non perdere!

A Torun, la città natale di Copernico,il mercatino di Natale si svolge dal 14 al 23 dicembre 2012, a  Nowy Rynek, nel centro storico della città che dal 1997 fa parte del patrimonio dell'umanità Unesco. Se visitate il mercatino non andate via senza assaggiare i  “pierniki”, biscotti speziati, la cui ricetta risale al Quattrocento. I più famosi sono a forma di cuore ricoperti di cioccolato e sono chiamati katarzynki (caterinette), sembra che il pasticcere che li ha creati fosse innamorato di una bella madama di nome Caterina, che conquistò grazie a questi romantici biscotti.

Aspettare il Natale in Polonia è un piacere, avete già scelto la città che vi ispira di più? Noi vi consigliamo un tour!

www.polonia.travel/it



di Maria Spadaro

Sigla.com - Internet Partner