Panini stellati per la notte di San Lorenzo

24/07/2014

Panini stellati per la notte di San Lorenzo

Ogni anno la terra nel suo movimento intorno al sole incrocia le orbite di alcune comete, dove risiedono piccoli detriti, polveri, residui delle code cometarie. Queste polveri, cadendo ad altissima velocità nell’atmosfera, si rendono luminose, ed così dalla terra vediamo comparire una meteora, impropriamente detta “stella cadente”. 
Questo il segreto dietro lo sciame luminoso che popola il cielo nella notte di San Lorenzo, tra il 9 e il 10 agosto. Quest’anno purtroppo le Perseidi (anche dette “lacrime di San Lorenzo”) rischiano di essere in parte nascoste da una luna ad appena due giorni dal plenilunio, al massimo, dunque, della sua luminosità. Ma per godere delle stelle visibili, alcuni resort in località di mare hanno pensato di organizzare un picnic in spiaggia con tanto di cestino.
 
Gli ingredienti sono rigorosamente locali e declinati in panini dalla ricetta diversa per ogni resort. Sono stati tutti selezionati dallo chef stellato Andrea Ribaldone, perseguendo la sua filosofia di cucina fresca, italiana e semplice, approvvigionata esclusivamente da fornitori locali.
 
Al Golf Hotel Punta Ala a Grosseto osserverete il cielo comodamente sdraiati sulla battigia, dinanzi al mare di Castiglione della Pescaia, gustando una ciabatta di pane toscano homemade con carne salata di manzo Chianino, crema di pecorino toscano di Pienza e insalata riccia (www.golfhotelpuntaala.it).

Al Paradise Resort Sardegna a San Teodoro (Ot) potrete occupare le piccole calette che si affacciano sull’area marina protetta di Tavolara mentre gustate un panino con pane fine di Ozieri, prosciutto di cinghiale e formaggio pecorino sardo semistagionato (www.paradiseresortsardegna.com).

Al DoubleTree by Hilton Acaya Golf Resort (Le) potrete assaggiare del pane a fette di grano arso con capocollo di Martina Franca, caciocavallo di Grotta fondente e carciofini Vizzino (www.acayagolfresort.com) mentre godete della spiaggia naturalistica all’interno dell’Oasi WWF delle Cesine, in totale assenza di inquinamento luminoso o sonoro. 

All’Infinity Resort Tropea (Vv) la scelta ricade su più spiagge: mondane, appartate, esclusive, in base alla preferenza di ciascuno e la cucina vi offrirà un pane morbido di semola di grano duro, accompagnato da capocollo di Calabria, pomodoro di Belmonte e pecorino del Poro accompagnato da cipolla di Tropea candita (www.infinityresorttropea.com).

Infine al Donnalucata Resort (Rg) l’esperienza si fa attraente: sarete immersi nelle vestigia del barocco siciliano e gusterete una scaccia ragusana con caciocavallo, pomodori secchi e lonzino di maiale (www.donnalucataresort.com).

Sigla.com - Internet Partner