Pere caramellate al curaçao blu su chantilly all'italiana

Pere caramellate al curaçao blu su chantilly all'italiana
Condividi su facebook share twitter share google+ share pinterest share

Delicatezza, colore, gusto: sono queste le prerogative che deve avere un after dinner, che ha il compito di far innamorare di sè i commensali a cui lo serviamo. Quando con il cucchiaio vi tufferete nel blu intenso delle pere, scoprirete la delicatezza di una crema di scuola francese italianizzata e la croccantezza degli amaretti. Non manca la nota di contrasto, un cioccolato amaro di Modica,  che completa le pere caramellate al curaçao blu su chantilly all'italiana, un dessert facile da realizzare ma di grande impatto visivo.

Dettagli ricetta

. Tempo di cottura: 20 min . Tempo di preparazione: 30 min . Dosi per: 4 persone . Difficoltà: Bassa . Calorie: Medio . Prezzo: Medio

Intolleranze

Senza crostacei Senza crostacei
Per la chantilly italianizzata alla fava tonka:
  • 250 ml di panna fresca di latte fredda
  • 1/2 fava tonka grattugiata
  • 50 gr. di Maizena
  • 500 ml di latte
  • 150 gr. di zucchero
  •  6 tuorli
per le pere caramellate al curaçao blu:
  • 4 pere
  • 1/2 bicchiere di liquore blu curaçao
  • 2 cucchiai di zucchero bianco o zucchero di canna
  • qualche cucchiaio d’acqua (se necessario)
per la decorazione:
  • 10 amaretti
  • 50 g di cioccolato fondente di Modica
  • 1 arancia di Sicilia di Ribera Dop
  1. Fare sobbollire il latte in una casseruola, unire la fava tonka grattugiata, togliere dal fuoco e lasciare il tutto in infusione per pochi minuti. In una terrina lavorare i tuorli con lo zucchero con l’aiuto di frustini elettrici, fino a ottenere una crema spumosa.
  2. Unire un terzo del latte a filo, poco per volta, poi incorporare la maizena. Aggiungere poi sempre lentamente il resto del latte. Riportare quindi tutto sul fuoco e mescolare velocemente fino a ottenere la vostra crema all’aroma di fava tonka.
  3. Montare a parte la panna e unirla al composto, lentamente, dall’alto in basso. Il risultato sarà una crema chantilly rivisitata, senza zucchero a velo ma con l’uovo e la fava tonka.
  4. Sbucciare le pere, levare i torsoli e affettarle a piccoli tocchetti. Passare le pere in padella con lo zucchero e mezzo bicchiere di curaçao blu. Usando lo zucchero bianco, il colore della pera tenderà al blu. Impiegando invece lo zucchero di canna, il colore tenderà al verde.
  5. Sbriciolare gli amaretti con le mani, grattugiare il cioccolato fondente di Modica e infine ricavare da un’arancia un po' di buccia senza la parte bianca, tagliarla a striscette e caramellare anche questa con un filo di zucchero e di acqua.
  6. Comporre il dessert al bicchiere con gli amaretti sbriciolati alla base, con la crema chantilly all'italiana e le pere caramellate. Coprire infine con il cioccolato amaro e con la scorza d’arancia caramellata. Lasciare in frigo almeno 3 ore, quindi servire.
Sigla.com - Internet Partner