Pizza e birra…sembra facile!

06/05/2015

Pizza e birra…sembra facile!

Birra e pizza è un abbinamento classico, tradizionale della penisola italiana, ma in realtà non è così facile come sembra, anzi. Chi conosce Lorenzo Dabove in arte Kuaska (il maestro di tutti noi appassionati di birra artigianale) l’avrà sicuramente sentito affermare: «Non esiste la birra artigianale, esistono le birre» e altrettanto «non esiste la pizza, ma esistono le pizze». In pratica ogni birra è un piccolo mondo a sé, di profumi, sapori e aromi e lo stesso vale per le pizze, dove ti trovi, in ogni pizzeria, decine e decine di combinazioni di ingredienti. Il vero problema, però, è che la stragrande maggioranza delle pizzerie ha soltanto una birra alla spina e magari un paio in bottiglia così che, l’abbinamento, diventa improbabile sulla moltitudine di pizze a disposizione. Fortunatamente il vento sta cambiando e qualche pizzeria inizia a offrire una selezione di birre artigianali e a proporle ai clienti in base all’ordinazione.
 
Cominciamo il viaggio tra pizza e birra con una delle mie mete preferite a Roma, nel quartiere Trastevere, Leonardo Di Vincenzo (il fondatore e mastro birraio di Birra del Borgo) e Manuele Colonna (il deus ex machina del Ma che siete venuti a fa, hanno dato vita al Bir&Fud, una delle mete birrarie di Roma, con una selezione di birre artigianali, inizialmente solo italiane (primo locale al mondo a dedicare alla scena italiana le proprie vie), da lasciare a bocca aperta, per qualità e quantità, qualsiasi appassionato di birra artigianale. Per tutti gli altri è un’ottima pizzeria, con una piccola, ma notevole cucina. Le pizze, in numero non esagerato, divise tra le classiche del menù e una selezione che varia nel tempo, con materie prime ricercate (a partire dalle farine), sono il piatto forte del locale. Pizze alla romana, ricche e piacevoli, alle quali sono regolarmente accostate birre consigliate dallo staff, decisamente preparato.
 
 
A Sorrento (Napoli), sul molo, Acqu' e Sale di Antonino Esposito (executive pizza chef) è uno dei templi della pizza campana, che recentemente ha aperto parte dei suoi frigoriferi e delle spine alle birre artigianali regionali. La selezione di pizze è completata dalla cucina a vista, gestita dallo chef Michele Mazzola; tutto di alto livello, con ingredienti locali e stagionali. La ricerca sulla lievitazione e sugli impasti di Antonino spiega il risultato finale. A sorprendermi è però la pizza al limone di Sorrento, accompagnata dalla Syrenthum del Birrificio Sorrento (anch’essa caratterizzata dalla buccia di limone di Sorrento); mi aspettavo qualcosa di stucchevole, invece è un abbinamento per affinità da manuale, emozionante. Così come la pizza alle noci di Sorrento accompagnata dalla Parthenope, sempre del Birrificio Sorrento con le stesse noci. Lasciatevi guidare in un percorso del gusto in cui le affinità elettive del territorio si sposano alla perfezione, in una danza tra piatto e boccale che va in scena sulle nostre papille gustative.
 
Nella prossima puntata, altri locali sorprendenti! Seguiteci!
 
di Andrea Camaschella
 
Indirizzi
Bir & Fud
via Benedetta, 23
00153 Roma
06.58.94.016
www.birandfud.it
 
Acqu' e Sale
piazza Marinai D'Italia, 2
80067 Sorrento (Napoli)
081.19.00.59.67
www.acquesale.it

Sigla.com - Internet Partner