Radicchi stellari. Storie di chef e ricette d'autore

13/02/2014

Radicchi stellari. Storie di chef e ricette d'autore

Se vi piace il gusto del radicchio e ne apprezzate le diverse qualità esistenti, allora il nuovo libro di Cristina Sparvoli fa al caso vostro: Radicchi stellari. Storie di chef e ricette d'autore (83 pagine, 12,00 euro) è un viaggio nelle cucine di nove eccellenti interpreti della ristorazione nel nordest italiano, che hanno particolarmente colpito l'autrice per talento, passione, idee, qualità e simpatia. Sparvoli ha raccolto di loro tessere di storia privata e professionale, per capirne la personalità in cucina espressa in una preparazione a base di radicchi di Treviso, Castelfranco, Verona e Gorizia.

«Prodotti di una filiera tracciabile, dal seme alla tavola, ottenuti con rispetto delle buone pratiche per arrivare nelle mani di cuochi e cuoche che li interpretano secondo estro e tradizione del proprio territorio», si legge nell'introduzione di Radicchi stellari. «Ecco perchè radicchi stellari: non solo per l'abilità di chi li trasforma in piatti speciali, ma anche per l'alto valore di questi ort​aggi unici, che spesso nell'uso casalingo finiscono per impreziosire frettolose (seppure salutari) insalate».

I nove chef che firmano le ricette sono: il bresciano Davide Botta (L'Artigliere di Isola della Scala-Verona) con "Risotto al centrifugato di radicchio rosso di Verona con quaglia arrosto, le sue uova pochè e fonduta di Monte Veronese"; Nicola Dinato (Feva di Castelfranco Veneto-Treviso) con "Sarde in saor su tempura di radicchio di Castelfranco"; Corrado Fasolato (Spinechile Resort di Schio-Vicenza) con "Pasta e fagioli al contrario con medaglione di tonno e radicchio di Verona"; Marco Bortolini (Ristorante da Gigetto di Miane - Treviso) con "Lombata d'agnello 65° in salsa agretto tra radicchio e radici"; Renzo Dal Farra (Locanda San Lorenzo di Puos d'Alpago - Belluno) con "Testina di vitello con fagioli giallet e radicchio di Treviso"; Raffaele Ros (Ristorante San Martino di Rio San Martino di Scorzè -Venezia) con "Crumble di radicchio rosso di I.G.P di Treviso con sorbetto al bergamotto in coccotte"; Alessandro Gavagna (La Subida di Cormons-Gorizia) con "La Rosa di Gorizia, i Kaki, il Fossa di Cormons e le Penne rigate Pasta Santacandida in insalata tiepida";  Gabriella Cottali Devetak (Locanda Devetak di San Michele in Carso - Gorizia) con "La Rosa di Gorizia ed il coniglio marinato con lo speck croccante"; Antonino Venica (La Tavernetta del Castello di Spessa a Capriva del Friuli - Gorizia) con "Rosa di Gorizia e radicchio Canarino spadellati con cicciole e suf di polenta".

Le pagine finali del libro, illustrato con i disegni del pittore e grafico Mario Sparvoli riportano in sintesi caratteristiche e proprietà dei radicchi stellari: Variegato di Castelfranco Igp, Rosso di Treviso tardivo Igp, Rosso di Treviso precoce Igp, Rosso di Chioggia Igp, Rosso di Verona Igp, Bianco di Lusia, la Rosa e il Canarino di Gorizia. Per illustrare le qualità dei vari radicchi, il pittore ripropone scritti storici del 1924 firmati da Aldo Van den Borre (1886-1954), discendente di quel Francesco che si ritiene abbia introdotto nel Trevigiano nella seconda metà del XIX secolo, proveniente dal Belgio, le tecniche di imbianchimento già usate per le cicorie belghe.

Radicchi stellari si trova nel circuito delle Librerie del Centro-Gruppo Supermercato del Libro a Treviso (sede centrale via Castellana 37), Mestre (piazza Ferretto e Viale Garibaldi), Venezia (Goldoni in Calle dei Fabbri), Padova, Belluno (Piazza dei Martiri), Pordenone, Udine (Via Viola), Trieste (Borsati via Ponchielli) e Gorizia. A Treviso è in vendita anche alla Libreria Canova (p.tta Lombardi) e da Prior Casalinghi in via Palestro.
Informazioni: libreriedelcentro.it; tel. 0422 432752.

Sigla.com - Internet Partner