Risotto di castraure di sant’Erasmo e carletti

Risotto di castraure di sant’Erasmo e carletti
Condividi su facebook share twitter share google+ share pinterest share

Dettagli ricetta

. Tempo di preparazione: 10 min . Dosi per: 2 persone . Regione: Veneto . Difficoltà: Bassa . Calorie: Medio . Prezzo: Basso

Intolleranze

Senza glutine Senza glutine
Senza frutta secca Senza frutta secca
Senza uova Senza uova
Senza crostacei Senza crostacei
  • 8 castraure
  • 100 g carletti
  • 1 cipolli
  • 2 spicchi di aglio
  • 250 g riso Arborio
  • 200 g di vino bianco
  • 100 g di burro
  • 80 g di Grana Padano DOP grattugiato
  • 100 g di olio extravergine di oliva
  • 20 g di sale
  • pepe
  • prezzemolo
  1. Pulite le castraure (piccoli carciofi tipici della Laguna Veneta) dalle foglie esterne. Tagliatele in quattro spicchi. Immergetele in acqua e limone.
  2. Pulite e lavate i carletti. Con le foglie di scarto delle castraure e mezza cipolla preparate un litro di brodo. Tritate finemente l’altra metà della cipolla e due spicchi di aglio. Soffriggete il trito in una pentola con due cucchiai di olio.
  3. Unite le castraure e metà dei carletti, rosolate qualche minuto. Aggiungete metà del vino bianco, fatelo evaporare. Unite il riso. Cuocetelo aggiungendo il brodo poco per volta.
  4. Una volta che il riso è pronto, aggiungete i carletti rimasti, il Grana Padano, il burro, l’olio, il sale, il pepe e il prezzemolo. Mantecate e servite in tavola.
Sigla.com - Internet Partner