Squacquerone di Romagna DOP

Squacquerone di Romagna Dop-Descrizione--9


Lo squacquerone è un formaggio a pasta molle fresco e cremoso ed è prodotto nell’area geografica che comprende le province di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, Bologna e parte del territorio ferrarese. Il nome ha origine dal termine dialettale squäquaròn e indica l’elevata acquosità di questo formaggio che, essendo molto morbido, tende ad assumere la forma del contenitore.

La tradizione popolare fa risalire l’origine dello scquacquerone al I secolo d.C., ma notizie certe della sua preparazione risalgono al XIX secolo, in quanto citato in una lettera in cui il Cardinale Bellisomi, impegnato a Venezia in occasione di un conclave, chiedeva notizia degli squacqueroni che ancora non erano giunti alla sua mensa.

Tradizionalmente lo squacquerone veniva prodotto in inverno, un periodo in cui era più facile conservarlo. Attualmente, invece, si produce tutto l’anno da latte vaccino intero e va consumato entro tre o quattro giorni dalla produzione.

Il sapore dello squacquerone è molto delicato e la sua consistenza deriva da una lavorazione particolare che prevede una minore spinatura della pasta, al fine di diminuire la perdita d’acqua. Si presenta privo di crosta e di colore bianco madreperlaceo e, dopo una breve stagionatura, assume una cremosità che lo rende perfetto per essere spalmato sulla piadina romagnola.

Squacquerone di Romagna Dop-Descrizione--9


Il 25 luglio 2012 lo squacquerone di Romagna ha ottenuto la denominazione di origine protetta, riconoscimento che, invece, non spetta a un comune squacquerone.

La linea Sapori&Dintorni Conad, da sempre attenta alla tutela delle eccellenze agroalimentari del territorio, annovera questo prodotto tipico romagnolo nella gamma della sua ricca offerta. Potete trovare altre informazioni sul sito www.conad.it

Sigla.com - Internet Partner