Un Natale di solidarietà a Barcellona

Barcellona (Spagna)

07/12/2012 - 06/01/2013

foto di Oficina Española de Turismo

foto di Oficina Española de Turismo

foto di Oficina Española de Turismo

Il Natale a Barcellona quest'anno sarà una festa di condivisione, di tradizioni, regali, allegria, sorrisi, e di solidarietà. La campagna “BCN Navidad, una Navidad para compartir”, Natale a Barcellona, un Natale di condivisione ha visto la partecipazione di numerose associazioni impegnate nel sociale e di oltre 120 persone, tra giovani e bambini, che sostenitori della causa, hanno realizzato in tema più di 200 disegni, suggerendo gesti solidali che ognuno di noi può compiere per Natale e non solo.

Lo spirito del Natale ha già contagiato Barcellona e forse sono le luci di Natale, di ultima generazione, a risparmio energetico, a spargere su cittadini e turisti la magia del Natale, a riscaldare i loro cuori e a renderli più buoni. Le luci illumineranno anche gli Abeti di Natale, donati dalla società di Coltivatori di Alberi di Natale Associati di Catalogna, installati nei luoghi più emblematici della città, quello più imponente riluce al Portal de l'Àngel, all'altezza di via Santa Anna. Anche la torre di Agbar contribuirà a creare l'atmosfera natalizia, un gioco di luci la illuminerà, dal 22 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013, il grattacielo col disegno di un grande albero, completo di decorazioni natalizie e sulla cima la stella di Natale, indicherà la strada. Musica e luci natalizie per la Fuente Mágica del Montjuïc che ballerà a ritmo delle canzoni navideñas più conosciute, dal 7 dicembre al 5 gennaio, dalle 19,00 alle 21,00. In tutte le case invece gli alberi di Natale saranno addobbati, come è tradizione, con i biglietti di auguri ricevuti, un vero e proprio Natale delle persone per le persone.

Dall'8 dicembre, secondo la tradizione, si deve iniziare a servire la cena del Tió de Navidad, un tronco magico che la notte di Natale, a furia di botte, farà cadere tutto il suo goloso contenuto: dolci, caramelle, torroncini e alcuni piccoli regali. I bambini più buoni, che tra l'1 e il 22 dicembre visiteranno la Feria de Santa Llúcia avranno la possibilità di colpire un Tió Gigante e impossessarsi del suo dolcissimo contenuto.

Il 23 dicembre si può contribuire con un gesto solidale a finanziare i progetti di sei istituzioni sociali: Amics de la Gent Gran, Avismón Catalunya, Gresol Guinardó, Centro Assís, L'Hora de Déu e la Obra Social Sanitaria Cor de Maria, semplicemente indossando il braccialetto del “galets” di solidarietà, rappresentante la pasta tipica che si cucina e si mangia in occasione del Natale. E dal 15 al 23 dicembre potrete conoscere i numerosi volontari impegnati nei progetti sociali, visitando la Feria Solidaria de Navidad.

Per il 25 dicembre, il giorno di Natale, a Barcellona, si festeggia in famiglia, consumando zuppa di “Galets”, una pasta a forma di conchiglia ripiena di carne macinata, di origine catalana, i “barquillos”, dolci tipici catalani di Natale di pasta di farina, a forma di canna, un po' di torrone, e si brinda con Cava.  A Santo Stefano invece il piatto tipico sono i cannelloni, un po' diversi da quelli italiani ma sempre molto buoni. Prima del pranzo di Natale, alle 11,00, siete tutti invitati a partecipare alla “traversata a nuoto del porto” o potete semplicemente osservare i "pazzi", che come è tradizione da oltre un secolo, nuotano per 200 metri nelle acque gelate del porto di Barcellona.

In ogni casa, oltre all'albero di Natale, trova spazio il presepe, quello più importante si può visitare, invece, in plaza de Sant Jaume, un'installazione che si rinnova ogni anno. Nella galleria del patio del Parlamento in mostra esemplari di presepi del Museo Etnologica di Barcellona. 

In Barcellona l'inverno non è mai molto rigido, ma dato il successo dell'anno passato torna la pista di ghiaccio, una nuova tradizione della città, 1400 metri quadrati di pista, che la rendono la pista temporanea più grande d'Europa, invaderanno plaza de Catalunya, permettendo a chiunque di cimentarsi in pirouet ed evoluzioni, e agli spettatori di osservali divertiti dagli spalti.

Sono quindici i mercati che festeggiano il Natale tra il 7 dicembre e il 6 gennaio, proponendo attività per tutte le età, in luoghi differenti della città. Tra questi la Fiera di Santa Lucia, comparirà dal 30 novembre al 23 dicembre nel quartiere gotico, a un passo dalla Cattedrale, mentre vicino alla Sagrada Familia, altro simbolo di Barcellona, il mercatino tipico di svolge dal 3 al 22 dicembre. Anche i musei, contagiati da questo spirito, offrono spettacoli e mostre a tema. Tanti altri eventi solidali e tradizionali vi aspettano a Barcellona, prima e dopo il Natale. Un appuntamento speciale per i più piccoli si svolge il 6 gennaio, è la cavalcata dei Re Magi: i piccoli nel pomeriggio potranno incontrarli dal vivo e parlare con loro. Qui a Barcellona sono i Re Magi che portano i regali, per questo i bambini sono così ansiosi di incontrarli, gli spagnoli hanno più tempo per trovare regali per i bambini, il luogo ideale è il Mercato dei Giocattoli, in Gran Via, tra carrer Muntaner e carrer Entença, aperto dal 22 dicembre al 6 gennaio, e il 5 gennaio si può visitare fino all'alba.

Bon Nadal!!!

Ulteriori informazioni qui: http://w2.bcn.cat/nadal/es e qui www.spain.info/it

di Maria Spadaro

Sigla.com - Internet Partner