Unagi e anago: come mangiare l'anguilla alla giapponese

Non tutti mangiano l'anguilla. Sarà perchè davanti all'anguilla si fermano all'apparenza. Perchè si sa che l'anguilla non è proprio invitante da vedere se pensate che si tratta di un pesce che all'apparenza può sembrare un serpente. In realtà l'anguilla fa parte sia della tradizione regionale della cucina italiana, sia di quella giapponese dove diverse varietà di anguilla sono state popolari per centinaia di anni. Tra le anguille popolari ci sono le unagi, o anguille di acqua dolce, le anago, anguille di acqua salata e le hamo, o anguille grongo. L'anguilla unagi è particolarmente apprezzata per la sua carne tenera e grassa e il suo sapore ricco. 

Se ti piace la cucina giapponese, provate:
Tutto quello che volevate sapere sulla salsa di soia
Yuzu: il mandarino giapponese spiegato dalla A allo Yuzu
Al ristorante con stile: bon ton di sushi e sashimi 
I segreti del katsuobushi

L'anguilla unagi


L'anguilla unagi si trova tra maggio e ottobre ed è famosa sulle tavole giapponesi per essere un ingrediente delle ricette estive. Ha un contenuto molto alto di vitamine e minerali, e per questo si crede che possa dare l'energia necessaria per combattere le fatiche estive. In Giappone c'è addirittura un giorno al picco dell'estate, che è dedicato soltanto a mangiare l'anguilla che si crede essere di buon auspicio durante questa giornata. Perchè in Giappone mangiare l'anguilla è un fatto culturale. 

Come si mangia l'anguilla in Giappone


Le varietà di anguilla giapponesi vengono sempre mangiate cotte, spesso sono servite con impiattamenti molto creativi. Vengono spesso serviti con altri piatti che hanno un sapore più delicato per bilanciare la ricchezza della carne di anguilla. Un condimento molto popolare è il pepe sansho, un pepe nativo del Giappone con un gusto forte erbaceo che si fa strada facilmente attraverso i sapori grassi dell'anguilla. L'anguilla unagi si può mangiare in tempura o come sushi. Esistono addirittura degli speciali ristoranti che si chiamano unagiya. Ci sono moltissimi modi per cucinare e mangiare l'anguilla, vediamo insieme alcuni tra i più golosi. 

Unagi Don o Unadon


L'unadon è un piatto di origine giapponese. Si tratta di una ciotola di riso bianco cotto al vapore, e finito con filetti di anguilla unagi grigliati in uno stile particolare conosciuto come kabayaki. I filetti sono glassati con una salsa a base di soia dolce che si chiama tare e caramellata su fuoco della carbonella. I filetti di anguilla non sono squamati e la parte di pelle grigia è messa a faccia in giù. La salsa tare viene versata sopra in modo che arrivi in parte anche sul riso sotto. Il pepe sansho viene polverizzato e distribuito sulla superficie come condimento. Le origini di questo piatto risalgono al 1800, ma ovviamente oggi ne esistono diverse versioni. Nella regione di Kantō l'anguilla unagi viene cotta al vapore prima di essere grigliata, operazione che rende l'anguilla ancora più tenera. In una versione del piatto che si chiama nagayaki, l'anguilla e il riso vengono servite separatamente. 

Sigla.com - Internet Partner