Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci
  • 7
  • 5
  • 4 pers.
  • Bassa
  • Basso
Al solo pensiero della piadina l'associazione di idee è immediata: Romagna, lungo mare, sabbia, estate. Il nostro food blogger Alfredo Iannaccone propone una versione light dello street food italiano per eccellenza: la piadina con bresaola e scaglie di raspadura, ottima per un pranzo veloce senza riunciare al gusto e alla leggerezza grazie alla bresaola valtellinese, saporita e dal basso contenuto calorico.
COME SI PREPARA?
ingredienti
  • senza frutta secca
  • senza uova
  • senza crostacei
  • 4 piadine romagnole Igp sfogliate grandi
  • qualche foglia acetosella fresca
  • 100 g di bresaola della Valtellina
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • 3 cucchiai di panna acida
  • 1 cucchiaio di yogurt greco
  • qualche goccia di lime
  • 30 g di raspadura
  • pepe bianco
preparazione
  1. Per preparare la piadina con bresaola e scaglie di raspadura lavorare a cucchiaio la panna acida con lo yogurt greco, le gocce di succo di lime e il pepe bianco; tenere poi il composto in frigo.
  2. Scaldare le piadine in un'ampia padella anti aderente finché non si gonfiano e cominciare a spalmare la base della piadina calda con la panna acida.
  3. Poggiare le fette di bresaola valtellinese sulla panna acida, aggiungere le scaglie di raspadura e infine unire le foglie di acetosella fresca (non superare le dosi consigliate al fine di evitare una possibile intossicazione alimentare).
  4. Decorare il tutto con olio extravergine di oliva e aceto balsamico. Richiudere la piadina con bresaola e scaglie di raspadura a mezzaluna, affettare, e servire ancora caldissima; è possibile tagliarla a metà ottenendo due triangoli per mangiarla più comodamente, buon appetito!
SCUOLA DI CUCINA

Impara passo dopo passo con i corsi tenuti dagli chef Saporie

PUNTI D'INTERESSE

Piccoli suggerimenti su dove assaporare l'arte

SCOPRIRE CON SAPORIE