Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Carote viola, il recupero di un prodotto dimenticato

Carote viola: un prodotto da riscoprire, non una moda passeggera!

Sono tornate in commercio di recente, le carote viola erano un prodotto quasi dimenticato, ma non sono certo frutto di qualche esperimento in laboratorio. Sono, invece, un prodotto assolutamente naturale che era caduto nel dimenticatoio per una questione politica. Le carote, infatti, nascono di tutti i colori: arancioni, viola, bianche e gialle. Quella delle carote viola non è una moda, insomma, ma una varietà naturale che è stata scartata intorno al 1600 per quello che forse è diventato uno dei più grandi omaggi a una famiglia reale. All'epoca, il maggior produttore di carote d'Europa era l'Olanda, guidata dalla dinastia degli Orange, in onore dei quali venne per l'appunto selezionata solo la varietà di carote arancioni e si continuarono a produrre solo quelle.

Le carote viola di Polignano a mare

A Polignano a Mare, un paese meraviglioso in provincia di Bari, e più precisamente nella frazione di San Vito, diversi produttori si sono attivati per reintrodurre la varietà viola delle carota. Il lavoro è stato tale che ora la carota di Polignano ha acquisito una sua personale identità e viene coltivata separatamente dalle altre varietà. 

Le proptietà delle carote viola

In generale, le carote sono una radice dalle molte proprietà benefiche. Sappiamo tutte quanto facciano bene alla pelle, alla vista, all'apparato respiratorio. Ideali per grandi e piccini, facili da preparare, le carote sono perfette sia crude che cotte. Al contrario di molti altri ortaggi, infatti, in cottura non perdono molto i nutrienti che le compongono. Le carote contengono:

  • vitamina C, vitamina A e vitamina D
  • potassio, ferro, zinco e molti altri sali minerali
  • poche calorie

Le carote viole hanno una marcia in più. I pigmenti che gli conferiscono una colorazione scura, gli antociani, danno alle carote viola una potentissima proprietà antiossidante. Questi stessi antociani sono presenti anche nelle melanzane, nei mirtilli, nell’uva nera, nelle more, nel cappuccio viola. Le carote viola hanno, inoltre, un grande potere antinfiammatorio, un'elevata percentuale di polifenoli e, sempre come tutti gli alimenti di colore viola, proteggono i capillari e i tessuti.

Ricette con carote viola

Le carote sono radici e, in quanto tali, possono essere consumate sia cotte che crude. Tagliate alla julienne, a brunoise, a tocchetti, frullate e centrifugate, si tratta di alimenti versatili in cucina che possono essere accostate ad altri ingredienti e creare abbinamenti sempre nuovi e interessanti. Le carote possono essere usate nel classico trito con sedano e cipolla oppure possono diventare un gustoso soufflè da immergere in una fonduta di taleggio DOP; possono accompagnare una delicata tartare di baccalà se bollite e frullate con degli spicchi di arancia; o, ancora, possono diventare un dessert o una merenda leggeri nella ricetta del muffin con carote e farina integrale.