Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Saporie.com al BonT�

Si è tenuta lunedì 11 novembre, nell'ambito del BonTà, rinomato salone enogastronomico cremonese, la premiazione del Talento Italiano nel Mondo. Tema dell'edizione 2013 la melanzana, piatto tipico della cucina italiana, tornato in voga nella ristorazione di alta classe. Saporie.com era presente per raccontarvi i momenti salienti di questa appassionante manifestazione
saporiecom-al-bonta
Si è tenuta lunedì 11 novembre, nella rinomata cornice del Bontà, il salone nazionale delle eccellenze enogastronomiche artigianali, la premiazione del Talento Italiano nel Mondo. L’evento, promosso dal giornalista Osvaldo Murri, è stato patrocinato da Isnart, Ospitalità Italiana Ristoratori nel Mondo, Cremona Fiere, il Touring del Gusto e naturalmente il BonTà.

Oggetto dell’edizione 2013 è stata la melanzana, un piatto tipico della cucina italiana, che sta tornando in voga anche nella ristorazione dell’alta classe. Obiettivo del concorso, che ogni anno propone agli chef invitati un prodotto e un piatto che rischiano di scomparire dalla tavola italiana, rilanciare questo versatile ingrediente, attraverso l’estro creativo dei migliori cuochi italiani, residenti sia in Italia che all’estero.

Per l’occasione, trenta tra i migliori ristoranti italiani - certificati da Ospitalità Italiana (Unioncamere) e selezionati da Touring del Gusto - si sono esibiti, ciascuno secondo la propria cultura originaria, con le creazioni culinarie più diverse, dai piatti della tradizione nostrana a proposte davvero innovative e soprendenti. Moltissime le regioni e le nazioni in gara grazie alla presenza di chef, provenienti dai luoghi più disparati del mondo: Las Vegas, Hong Kong, Germania, Svizzera, Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Calabria, solo per citarne alcune. Tutte accomunate, però, della preziosa qualifica di testimoni e veri ambasciatori della cucina italiana, in patria e all’estero.

Ospiti d’onore dell’evento il console di Friburgo  Romano Filippo,  il direttore di Isnart e Ospitalità Italiana nel Mondo Pietro Zagara, il presidente di Cremona Fiere Antonio Piva e il sindaco della città di Cremona Oreste Perri e tre chef italiani di alta scuola professionale e della gastronomia nazionale, in qualità di giudici dell’evento: Sergio Carboni, stella Michelin del ristorante La Locanda degli Artisti (Cremona); Stefano Perini, ristorante del Buon Ricordo de L’Uliveto Villa Kinzica (Franciacorta, Brescia); Salvatore Perrone, Ristorante Gourmet  Benita, di Cogoleto (Genova), e chef dell’Unione Italiana Ristoratori.

Tra i trenta concorrenti la giuria ha assegnato, per la categoria “le eccellenze”, il primo posto alla coppia dei ristoranti Gude Stub Casa (Bühl) della famiglia Alessi con il piatto Il mare, la terra e la melanzana e La Vecchia Filanda di Andrea Grossi e Frauk Perizi con la Tartare di melanzana marinata e affumicata con tabacco toscano, con crema di patate di Avezzano e caviale Calvisius. Nella categoria dei “grandi gourmet” il ruolo di vincitore è spettato, invece, alla coppia dei ristoranti Il Gabbiano di Corte dei Cortesi (Cr) della famiglia Fontana, con la Millefoglie di melanzane e buton de pajas e Al Vedel della famiglia Pizzigoni con i Cannoli alle melanzane, sauté di carciofi, culatello e pepite di foie gras.

Grazie all’alta professionalità dei piatti proposti gli altre ventisei partecipanti sono stati classificati a pari merito e a tutti gli chef, che hanno partecipato al concorso, è stata consegnata la targa al “Talento Italiano nel Mondo”.
Al termine della competizione, il console Romano Filippo ha espresso il desiderio di realizzare, per l’edizione 2014, un gemellaggio tra la città di Cremona e la città di Friburgo, rivolto all’arte, la cultura e la gastronomia.

Quella di Osvaldo Murri si è dimostrata anche quest’anno una manifestazione degna di nota, capace non solo di suscitare un grande entusiasmo da parte del pubblico, ma soprattutto di celebrare l’alto valore della cucina italiana e dei suoi talentuosi interpreti, in Italia e nel mondo. 

di Alessandra Cioccarelli
SCOPRIRE CON SAPORIE