Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

I tagli del coniglio e le ricette per cucinarlo

La carne di coniglio è una carne bianca e molto magra, quindi leggera e facilmente digeribile. Come tutte le carni bianche, si tratta di un alimento proteico ma ipocalorico e povero di grassi ed è davvero perfetta per chi vuole mantenersi in forma e seguire una alimentazione sane e ed equilibrata.
i-tagli-del-coniglio-e-le-ricette-per-cucinarlo
La carne di coniglio è una carne bianca e molto magra, quindi leggera e facilmente digeribile. Come tutte le carni bianche, si tratta di un alimento proteico ma ipocalorico e povero di grassi ed è davvero perfetta per chi vuole mantenersi in forma e seguire una alimentazione sane e ed equilibrata. Il suo sapore molto particolare e deciso la rende adatta a vari tipi di abbinamenti. Protagonista di una delle ricette liguri più tipice della regione, il coniglio ripieno alla ligure con olive taggiasche, anche al Sud le carni del coniglio sono apprezzate: uno dei piatti più tipici dell'isola di Ischia è proprio il coniglio all'ischitana.
Prima di cucinare le carni del coniglio, bisogna eviscerarlo, ma questa è una operazione che farà il vostro macellaio. Dopodiché, bisogna metterlo in una ciotola e coprirlo con del latte, lasciandolo in ammollo per una notte intera. In questo modo le sue carni si ammorbidiranno molto e resteranno succose e tenere anche dopo lunghe cotture in umido.

I tagli del coniglio

Normalmente dal macellaio si trovano il coniglio intero, le cosce e la lombata che viene detta anche sella.

La sella è la parte centrale del dorso del coniglio ed è composta da due filetti. Dal macellaio i trovano normalmente in vendita la sella intera, oppure la sella già tagliata a fettine, dette lombatine. Se lasciata intera, la lombata può essere facilmente cotta in casseruola in modo facile e veloce, oppure legata come un arrosto e condita con erbe aromatiche, se si vuole farcita, e cotta in forno anche per molto tempo a temperature medie (160/170°C).

Le cosce vengono vendute separatamente e sono una parte molto muscolosa del coniglio. Perciò, hanno bisogno di cottura lunga che le ammorbidisca il più possibile. Alcuni, per ammorbidire ancora di più la carne, lardellano la carne. La lardellatura è procedimento molto gustoso che, tramite una sorta di ago, permette di inserire nella carne delle piccole striscioline di lardo che, sciogliendosi in cottura, ne ammorbidiscono la consistenza.

La parte anteriore dell'animale, invece, è composta dalla cassa toracica, le spalle e il collo. Poveri di polpa, non vengono particolarmente apprezzati e non sono venduti spesso. Queste parti vanno cotte in umido con ingredienti di contorno, come funghi, olive e cipolle, che rendano il piatto più consistente.

Di frattaglie del coniglio che possano essere usate in cucina ve ne sono poche. Il fegatino, però, è considerato dalle buone forchette un delizioso bocconcino, che normalmente viene inserito nel coniglio intero o nella lombata al momento della farcitura.

Antipasti con coniglio

Primi piatti con il coniglio

Secondi piatti con carne di coniglio

SCOPRIRE CON SAPORIE