Testaroli al pesto

Testaroli al pesto
Condividi su facebook share twitter share google+ share pinterest share

Voglia di tradizione? Provate i testaroli al pesto: ricetta storica del Levante ligure e della Lunigiana, i testaroli sono una pasta contadina preparata solo con farina, acqua e sale. Per la prima fase di cottura la tradizione vorrebbe l’uso dei testi, i tipici contenitori di ghisa o di terracotta, e del camino… ma possiamo ripiegare su una padella antiaderente dal fondo spesso.

Terminata questa fase, i testaroli si possono già gustare, caldi, con l’accompagnamento di salumi e formaggi; altrimenti, si tagliano in losanghe e si fanno rinvenire nell’acqua calda: ecco pronta una pasta da condire con il sugo che preferite oppure, come vi proponiamo qui, con un buon pesto fatto in casa.

Dettagli ricetta

. Tempo di cottura: 15 min . Tempo di preparazione: 30 min . Dosi per: 4 persone . Regione: Liguria . Difficoltà: Bassa . Calorie: Medio . Prezzo: Basso

Intolleranze

Senza uova Senza uova
Senza crostacei Senza crostacei
Per i testaroli:
  • 200 g di farina tipo 0
  • 200 g di farina di grano duro
  • 1 l di acqua
  • sale
 
Per il pesto:
  • 50 g di foglie di basilico
  • 30 g di pinoli
  • 40 g di Grana Padano o Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 20 g di pecorino grattugiato
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva
  • sale grosso
  1. Per preparare i testaroli al pesto, per prima cosa mescolare con un cucchiaio di legno i due tipi di farina con l’acqua tiepida e un pizzico di sale. Lasciar riposare la pastella ottenuta, che risulterà molto fluida, per circa 10 minuti.
  2. Scaldare una padella antiaderente sul fuoco e poi versarvi la pastella partendo dal centro e creando uno strato sottile pochi millimetri. Far cuocere il testarolo per 5 minuti e, quando cambia colore e si solleva, rivoltarlo sull’altro lato, che cuocerà per circa 1 minuto. Staccare il testarolo e ripetere l’operazione fino a terminare la pastella.
  3. Dopo aver lasciato raffreddare i testaroli, tagliarli a losanghe di circa 3 cm di lato. Immergere i testaroli nell’acqua calda (ma non bollente) salata e farveli rinvenire per circa 3 minuti, quindi scolarli.
  4. Per preparare il pesto, lavare e asciugare delicatamente le foglie di basilico. Mettere l’aglio sbucciato e qualche grano di sale grosso nel mortaio e pestare. Aggiungere il basilico e ricominciare a pestare, poi unire i pinoli e pestare ancora. Infine aggiungere i due formaggi, pestare e diluire con un filo di olio extravergine d’oliva.
  5. Impiattare i testaroli e condirli con il pesto, decorando il piatto con un paio di foglie di basilico. Vi consigliamo di gustare i testaroli al pesto con un calice di vino bianco secco: buon appetito!
Sigla.com - Internet Partner