Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci
  • 60
  • 40
  • 4 pers.
  • Medio
Il bello del gusto è, per Maria Giovanna Galafassi, la ricetta della sella di coniglio con mele, olive taggiasche e aceto balsamico. Un secondo piatto senza glutine, realizzato con le olive taggiasche e l'aceto balsamico di Modena, in cui il coniglio è il protagonista assoluto. Da servire nei pranzi della domenica come piatto gustoso e originale che unisce diversi sapori oppure a una cena importante, per stupire.
COME SI PREPARA?
ingredienti
  • senza glutine
  • senza frutta secca
  • senza latte
  • senza uova
  • senza crostacei
  • sella di coniglio (incisa a livello delle vertebre)
  • mele verdi
  • senape senza glutine
  • olive taggiasche denocciolate
  • olio extravergine di oliva
  • aceto balsamico Dop, per i celiaci sono idonei: aceto balsamico tradizionale Dop di Modena, aceto balsamico tradizionale Dop di Reggio Emilia e aceto balsamico di Modena Igp
  • buon vino bianco secco
  • sale
preparazione
  1. Per preparare la sella di coniglio con mele, olive taggiasche e aceto balsamico, senza glutine, lavare e asciugare la sella di coniglio, quindi spalmarla con la senape.
  2. Tagliare le mele a fette non troppo sottili e infilarne una in ogni taglio della sella. Per tenere legato il tutto usare degli spiedini di legno.
  3. Mettere in una casseruola un paio di cucchiai di olio e rosolare il coniglio in ogni lato. Sfumare con un buon vino bianco.
  4. Salare, aggiungere le olive taggiasche, insaporire il tutto per qualche minuto poi trasferire in una pirofila da forno. Proseguire la cottura in forno a 180 gradi per circa 30 minuti.
  5. Nella casseruola dove si è rosolato il coniglio, aggiungere poco olio e spadellare a fuoco vivace altre fette di mela verde. Rosolare bene poi bagnare con un paio di cucchiai di aceto balsamico.Servire la sella di coniglio accompagnata dalle mele in tegame e qualche goccia di aceto balsamico. Il piatto è pronto per essere servito.
SCUOLA DI CUCINA

Impara passo dopo passo con i corsi tenuti dagli chef Saporie

PUNTI D'INTERESSE

Piccoli suggerimenti su dove assaporare l'arte

SCOPRIRE CON SAPORIE