Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Sirha 2013: salone internazionale dell'hotellerie e della ristorazione

La ristorazione, un mondo sempre più aperto e globalizzato e il futuro della tradizione enogastronomica europea saranno al centro del salone internazionale dell'hotellerie e della ristorazione che si terrà a Lione 
sirha-2013-salone-internazionale-dellhotellerie-e-della-ristorazione
Sarà Lione, in lizza per il titolo di capitale della gastronomia francese, a ospitare “Sirha”, il salone internazionale dell’hotellerie e della ristorazione che si terrà dal 26 al 30 gennaio. Un palco ambito e prestigioso quello che è offerto dal capoluogo francese. Un’importante vetrina per i principali attori di questo mondo che vogliono presentare la propria attività, proporre nuove idee e confrontarsi sulle ultime novità di un settore che, come questo, deve rinnovarsi continuamente ed è sempre in cerca di proposte inedite e originali per stupire i clienti più affezionati e riuscire conquistarne di nuovi.

Dai grandi ristoranti, alle aziende di prodotti da forno, fino ai tanto discussi fast food: è davvero ampia la gamma di professionisti che, in occasione di quest’evento di rilievo internazionale, si ritroveranno sulle rive del Rodano. Una varietà che rende la manifestazione lionese unica al mondo. Il salone vorrebbe, infatti, rivendicare quello spirito di convivialità e intraprendenza che ha sempre caratterizzato il mondo della gastronomia. Tuttavia, la crisi che sta attraversando la nostra società impone a questo settore nuovi e importanti temi di riflessione come quelli che riguardano la sicurezza sanitaria degli alimenti, l'equilibrio alimentare, uno sviluppo duraturo ed ecosostenibile e un consumo responsabile. Inoltre, per reagire a questo periodo di recessione economica, occorre reinventarsi, creare qualcosa di nuovo ogni giorno e realizzare, passo dopo passo, alla ristorazione del futuro. “Sirha” rappresenta, sotto questi punti di vista, un’imperdibile occasione di scambio e aggiornamento.

Le nuove tendenze culinarie, che stanno modificando le tradizioni enogastronomiche europee, sono al centro dell’attenzione. All’ordine del giorno c’è dunque il tentativo di comprendere il ruolo che la gastronomia del vecchio continente potrà interpretare in un mondo sempre più aperto e globalizzato. Il quesito che guida il salone internazionale riguarda proprio queste problematiche: come adattarsi a un mondo in continua trasformazione? Come promuovere, attraverso il cibo, la necessità di migliorare la qualità della vita? 

Saranno gli show cooking, le degustazioni culinarie e sensoriali, le testimonianze, gli incontri e le interviste a indicare la strada da seguire. Il supporto del parere di esperti d’eccellenza cercherà poi di fare il punto della situazione e stabilire le linee guida per il nuovo anno.

Per quanto riguarda il nostro Paese, sarà l’esperienza di pasta Rummo, storico pastificio di Benevento, a rappresentare i colori della nostra terra. L’esperienza di un’azienda che, come questa, ha puntato sulla lenta lavorazione e sulla qualità del prodotto, potrà sicuramente aiutare nella ricerca delle strategie che garantiscano il successo ai produttori di pasta. Tanti chef stellati francesi, infatti, utilizzano pasta Rummo nei loro eleganti ristoranti parigini e questo testimonia che il rispetto della tradizione e la cura di ogni dettaglio premiano sempre.

Un grazie a “Sirha” che ci dà la possibilità di riscoprire questo semplice ed eterno segreto e forse anche qualche nuova idea per muoverci con lucidità e consapevolezza nel mondo della ristorazione che verrà.

di Serena Cirini
EVENTI E NEWS