Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci
  • 5 minuti
  • 10 minuti
  • 4 pers.
  • Bassa
  • Medio
  • Sicilia

Ecco come cucinare la spatola: da un solo pesce ci ricavi antipasto, primo e secondo piatto per quattro persone. Compra un pesce sciabola da circa un chilo e mezzo, sfilettalo e non buttare le lische...
Se ti sei aggirato in qualche mercato siciliano, avrai sicuramente notato un pesce dalla forma allungata che sembra venire da epoche paleolitiche. Si tratta del pesce spatola, conosciuto anche con il nome di pesce bandiera. È un pesce azzurro, uno di qui pesci considerati meno nobili che pertanto sono economici ma ricchi di gusto. Infatti, il pesce spatola, pur essendo molto longilineo, è un pesce grasso quindi gustoso e ricco di Omega 3. Il periodo migliore per acquistarlo è in primavera anche se si trova tutto l'anno. La leggenda sicilana narra che in estate il pesce sciabola abbia i vermi, ma è tutto da accertare. 

Come riconoscerne la freschezza

Il pesce fresco si riconosce per la lucentezza e la vivacità del colore. L'occhio vivido e la compattezza delle carni sono un'altro segnale di freschezza. Inoltre, per essere è bene controllare anche le branchie, che se sono fresche hanno un colore rosa tenue, vivo e mai scuro. Meglio andare dal pescivendolo di fiducia, che oltre a garantire la freschezza, ve lo sfletta in men che non si dica. Altrimenti, se lo hai comprato intero, leggi la guida per sfilettare il pesce. Ah, e non buttare le lische perché ci ricavi un fantastico primo piatto.

Come cucinare la spatola

La spatola è un pesce delicato e saporito al tempo stesso. È un pesce molto versatile che si può cucinare in tutti i modi. Alla griglia, in padella, fritta o in umido, non ci sono limiti per cucinare il pesce bandiera. Essendo molto sottile, ama le cotture brevi e temperature non troppo elevate. Buonissima la parmigiana di pesce spatola, con mentuccia, melanzane e pomodoro, una ricetta parente della parmigiana vera.

Involtini di spatola alla siciliana

Preparati con un ripieno di pangrattato, capperi, pomodori, aromi e un po' di pecorino, gli involtini di spatola sono l'antipasto ideale con cui iniziare un pranzo a tema spatola. Si prepara una farcia molto saporita da mettere sulle fettine di spatola molto sottili, che verranno poi arrotlate. Una veloce cottura in padella e sono pronti da servire con un salmoriglio d'accompagnamento, che è una tipica salsa siciliana. Ecco la ricetta completa: involtini di spatola alla siciliana.

Linguine con pesce spatola all'acqua pazza

Il tema sostenibilità è sempre più importante, e lo è in particolar modo in ambito alimentare. Le linguine all'acqua pazza di spatola sono una ricetta di recupero preparata con le lische del pesce, due spicchi d'aglio, prezzemolo e qualche pomodorino. Basta preparare una semplice acqua pazza in cui cuocere le lische del pesce sciabola. Giusto qualche minuto di cottura e si spegne il fuoco. Poi si toglie tutta la polpa attaccata alle lische, si rimette in padella e si mantecano le linguine lasciate al dente. Pepe nero a pioggia e buon appetito!

Come cucinare la spatola a cotolette
Ingredienti
  • 600 g di filetti di spatola
  • 200 g di pangrattato
  • 50 g di pecorino grattugiato
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo
  • olio per friggere
  • 1 spicchio d'aglio

Salmoriglio per condire alla fine

Procedimento

Spatola a cotolette

  1. In una ciotola, aggiungere il pangrattato, il pecorino, i parmigiano grattugiato, sale, pepe, il prezzemolo e l'aglio privato dell'anima e tritato finemente
  2. Mescolare tutti gli ingredienti e tenere da parte
  3. In un'altra ciotola sbattere le uova con un pizzico di sale fino ad amalgamare albume e tuorlo
  4. Successivamente, passare i filetti di spatola spinati nelle uova sbattute
  5. Poi passarli nel pangrattato ed esercitare un po' di pressione per farlo aderire bene
  6. Friggere i filetti in abbondante olio di semi di girasole a 160°C fino a dorarli
  7. Servirli con il pinzimonio siciliano