Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Mosca per un weekend

Mosca, affascinante, romantica e tentacolare, straordinariamente ricca di storia e di tradizioni, ma anche meravigliosamente moderna… una bambola russa, una matrioska. Dietro alla prima maschera se ne nasconde un’altra e poi ancora un’altra ed un’altra ancora

SCHEDA ITINERARIO

mosca-per-un-weekend
Un weekend, in qualsiasi periodo dell'anno, vi porta a conoscere una delle città più affascinanti d'Europa: Mosca. Una città dai grandi contrasti dove i nuovi ricchi convivono accanto ai vecchi poveri, i grattaceli di Moskva-City dall'architettura stalinista, le cupole dorate alle costruzioni in vetro degli anni '90, i negozi di lusso ai bazar, al caviale salato accompagnato dal dolce sjampanskoye agli spazi verdi, nonché all'ottima offerta di ristoranti, bar e locali. Vi consigliamo di visitarla con calma non limitandovi a seguire i soliti itinerari turistici, ma a scoprire pure gli angoli più nascosti, gemme di rara bellezza che vi permetteranno di conoscerla in tutte le sue mille sfaccettature. Da dove cominciare?

Le attrazioni turistiche più popolari di Mosca

La vostra visita a Mosca dovrà cominciare dalla Piazza Rossa, cuore metafisico della città, che conserva l'abitudine di essere chiusa al pubblico in alcune ore del giorno, senza che nessuno ne sappia spiegare il perché. In attesa che riapra si può consumare una pausa, a un tavolo del Café Bosco dei Ciliegi, un locale che offre il meglio del patrimonio culinario italiano, grazie a Mikhail Kusnerovic, uno dei più vivaci imprenditori russi, innamorato del made in Italy. O ancora, seduti al futuristico O2 Lounge, il ristorante all'ultimo piano del Ritz-Carlton anch'esso con un'esclusiva vista sulla mitica Piazza e sul Cremlino, assaporando alcuni dei migliori sushi e sashimi di Mosca, immersi tra mobili in ciliegio levigato, marmi pregiati e costosi lampadari. Immensa, meravigliosa, suggestiva, la Piazza Rossa, è un vero e proprio scrigno di tesori. Assolutamente da visitare la splendida Cattedrale di San Basilio, conosciuta in tutto il mondo per le sue cupole a bulbo dai colori sgargianti, fatta costruire da Ivan il Terribile per celebrare la vittoria contro i Tartari e il Museo Storico di Stato dove ripercorrere l'intera storia della "Grande Madre Russia". Sempre sulla Piazza, meritano una sosta i Magazzini Gum, gli ex Grandi Magazzini di Stato e attuale tempio del capitalismo. Le loro boutiques, le cui sofisticate luci illuminano di notte il tetro mausoleo di Lenin, sono ora accessibili a tutti, o, perlomeno, a quelli muniti di carte di credito Gold o Platinum. Bella di mattino presto quando il flusso dei turisti non l'ha ancora invasa, fiabesca di notte quando milioni di lampadine la illuminano, la Piazza Rossa, prediletta ieri per le incoronazioni degli zar e le imponenti parate militari, e oggi il palcoscenico per la maggior parte degli appuntamenti che si svolgono annualmente nella metropoli.
Se vi trovate a Mosca durante le feste di Capodanno la Piazza Rossa è l'indirizzo giusto per un divertimento assicurato. Qui si svolgono rutilanti e travolgenti festeggiamenti con centinaia di abitanti che festeggiano salutando il vecchio anno con la vodka e accogliendo il nuovo con lo champagne. Se invece programmate il vostro viaggio per la prima decade di luglio non perdete uno appuntamento veramente singolare: la partenza del Silk Way Rally, l'interessante e suggestiva maratona internazionale che raggiunge, dopo quattro mila chilometri, il Mar Nero e la cittadina di Sochi, sede dei XXII Giochi olimpici invernali nel 2014. Valutata la gara più attraente dopo la Dakar, ambitissima dai più forti piloti del mondo, prende il via al tramonto, con un coloratissimo show, proprio sotto le cupole di San Basilio e dei Magazzini Gum, illuminati a giorno, tra un turbinio di folla festante ancor più eterogenea dei rombanti mezzi in gara.

Adiacente alla Piazza Rossa si sviluppa l'area del Cremlino, simbolo del potere, da dove Zar, dittatori comunisti e Presidenti della Federazione Russa hanno governato e continuano a governare una delle più grandi potenze mondiali. Dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1990 custodisce, insieme ad alcuni dei tesori più antichi del Paese, alcuni tra i più importanti edifici sacri della città come la Cattedrale dell'Assunzione con le caratteristiche cinque cupole dorate e i quattro frontoni semicircolari, dell'Annunciazione e dell'Arcangelo dove sono sepolti i membri della casa reale. Poco lontano dal Cremlino, sulla riva del fiume Moscova, vi attende la più alta chiesa ortodossa orientale, la Cattedrale di Cristo Salvatore, perfetta replica di quella fatta erigere dallo zar Alessandro I dopo la disfatta napoleonica.
Per spostarsi da un luogo all'altro è consigliabile utilizzare la metropolitana. Pulita, luminosa, economica, veloce, costantemente ampliata tanto da toccare ormai tutti gli angoli più interessanti della città e i grandi spazi verdi che la circondano, è l'ideale per tutti i turisti interessati a una visita rapida e funzionale. Ma non solo. Mix di tecnologia e arte ha stazioni come veri musei. Se riuscite a non perdervi tra le segnalazioni in cirillico, tappe obbligate per gustarne appieno la ricercatezza sono le stazioni di Piazza della Rivoluzione, dove gruppi di combattenti incorniciano le volte che danno accesso ai treni; quella di Park Kultury, che porta alla casa di Tolstoj e al Gorkij Park e ancora la stazione di Teatralnaja, sotto la piazza omonima, sulla quale si erge il Teatro Bolsoj, uno dei più celebri e blasonati templi del balletto classico mondiale. Per quanto riguarda l'aspetto museale, non si potrà perdere la celebre Galleria Tretayakov, uno dei più bei musei di Mosca e dell'intera Russia. Altrettanto imperdibile è il Museo Pushkin che racchiude la più grande collezione di arte europea della città. Interessante anche il Museo della Vodka, con seicentocinquanta tipi dell'acquavite russa, classificati secondo un iter geografico e cronologico.

Una tranquilla passeggiata a sud della città vi porterà al Monastero di Novodevichy: qui un tempo venivano recluse le figlie della nobiltà russa, obbligate dalla famiglia a prendere i voti. Accanto al Convento si trova l'affascinante laghetto da cui Ciaikovskij trasse ispirazione per le memorabili musiche de "Il lago dei cigni" e il suggestivo cimitero che conserva le spoglie di molte persone famose: Gogol, Cechov, Majakovskij, Skrjabin, Prokofev, Stanislavskij, Eisenstein. Non perdete infine una passeggiata lungo la Via Arbat, una delle più antiche strade di Mosca dove visse per qualche tempo Pushkin prima di trasferirsi a San Pietroburgo e morire in duello. Un po' Beaubourg e un po' Montmartre, è popolata da caricaturisti, giocolieri, venditori di souvenir, cartomanti e negozi che vendono di tutto cominciando dalle famose matrioske per finire coi gioielli e i vestiti di marca a metà prezzo.
mosca-per-un-weekend

Gli itinerari meno noti di Mosca

Ma c'e anche un'altra Mosca, meno conosciuta e frequentata dai turisti, ma altrettanto ricca di fascino e attrattive. Potete partire dal misterioso GO-42, un segretissimo rifugio sotterraneo, costruito tra il 1951 e il 1956, alla profondità di circa 60-65 metri, come riparo in caso di un attacco nucleare, nel centro di Mosca. Fate poi tappa allo splendido Stadio Lužniki, nel 1980 arena prestigiosa dei Giochi della XXII Olimpiade e oggi impianto ospitante sia le partite casalinghe della nazionale russa sia le verifiche tecniche e amministrative del Silk Way Rally, l'evento-motori più amato e seguito in Russia. Da qui raggiungete la collina dei Passeri, che ospita l'Università Statale di Mosca, da dove è possibile scorgere una singolare vista sulla città e sui suoi sette grattacieli, voluti da Stalin.
Dopo una pausa al Bilingua, mix di caffetteria, libreria, cinema e sala concerti, concludete il tour tra i nuovi quartieri dove i numerosi vecchi edifici industriali dismessi sono diventati vere e proprie dimore d'arte. Sull'isoletta di Bolotny, sulla Moscova, vi attente il quartiere Ottobre Rosso. Fino a pochi anni fa fabbrica di cioccolato, oggi è un suggestivo spazio polivalente che ospita bar, ristoranti, gallerie d'arte, studi di design, architettura e fotografia. Vicino alla stazione ferroviaria Kurskaya troverete, invece, l'ex distilleria Winzavod che, da qualche tempo, accoglie le migliori gallerie di Mosca, mentre a Ulitsa Obraztsova, ha ora sede il Garage Center, uno spazio eclettico aperto dalla compagna di Roman Abramovich, diventato un indirizzo impedibile dell'arte contemporanea nonché un ottimo per piatti allettanti, da hamburger a bistecche, specialità vegetariane e insalate, firmati da Denis Kalmish.

Tra relax e movida russa

Gradevoli momenti di relax si possono trovare nei molti giardini e spazi verdi. A due passi dalla trafficata via Tverskaya, i favolosi Patriarshie Prudi vi offrono idilliache passeggiate d'estate e una splendida pista di pattinaggio d'inverno mentre al Gorky Park, il polmone verde di Mosca, lungo le rive della Moscova, immortalato da Martin Cruz Smith, potrete concedervi una idilliaca gita in barca.
Per ritemprarvi, niente di meglio che lasciarsi coccolare da un bagno russo. Il più famoso e anche il più antico, capolavoro di architettura e di ingegneria, è il Banja Sandunov, al 14 di Neglinnaya Strasse. Qui, all'interno di un percorso di due ore, tra calore asciutto e bagni in acqua gelida, i moscoviti ritrovano il proprio un benessere psico-fisico unitamente a momenti di relax e socialità. Dopo il bagno ghiacciato di rito vi attendono, infatti, vodka e pesce secco insieme a quattro chiacchiere coi compagni di sauna.
Relax di giorno e movida di notte. Nella Mosca no stop, in qualunque angolo della città ci si trovi, ci sarà sempre qualcosa da fare e vedere, un locale in cui entrare. Per gli amanti dello spettacolo, un balletto al Bolshoi così come una serata al circo di Mosca di Tsvetnoi Boulevard o un concerto al Palazzo dei Congressi del Cremlino saranno sicuramente un'esperienza unica. Per i nottambuli poi, c'e solo l'imbarazzo della scelta. Se vi piace ballare, il "Propaganda", uno dei club più longevi di Mosca, è l'ideale così come il Soho Rooms, design elegante e piscina sul tetto. Se invece volete regalarvi una serata esclusiva gustando cibi deliziosi e ascoltando ottima musica dirigetevi al GQ, un locale di estremo lusso, frequentato dal jet-set della capitale nonché dal nostro ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi durante i suoi soggiorni in Russia. Chi apprezza l'alta velocità non può perdere ogni sabato a mezzanotte le corse notturne Mami Night Racing organizzate dalla l'Università Tecnica Statale di Mosca, specializzata nell'automobilistica.

Shopping a Mosca

Lo shopping più fashion non è solo a Londra, Milano, Parigi o New York. Anche a Mosca potrete trovare di tutto e di più. Per le fashion victim, le esclusive Kuznetsky Most e Stoleshnikov Pereulok così come la leggendaria Tverskaya Street e Noviy Arbat, gettonatissima anche per i suoi Casino, sono le vie dello shopping più esclusivo. Per un indirizzo molto particolare, invece, fermatevi al numero 12 di Stoleshnikov Pereulok dove Denis Simachev, stilista noto in tutta Europa, propone le proprie creazioni nel suo bar-boutique, che di sera si trasforma in disco, frequentata da una folla molto fashion. Per uno shopping alla russa, varcate la soglia del leggendario negozio di alimentari di lusso Eliseev, o del Gastronom Globus Gourmet, che propongono salmone affumicato, caviale, vodka russa e persino libri di cucina.
Se siete invece appassionati dell'artigianato fate un giro a Vernisazh, nei pressi del Parco Izmaylovo. Un po' al di fuori dal mondo scintillante dei belli e dei ricchi, questo mercatino delle pulci mette a disposizione la miglior scelta di Mosca nel campo delle matrioske originali, delle ceramiche Palekh e Khokhloma, degli oggetti in legno e del periodo Soviet, nonché di gioielli, tappeti, giocattoli. Sicuramente, dopo una lunga contrattazione, troverete ciò che più vi piace a un prezzo interessante.

testo di Gloria Giovanetti - foto di Carlotta Mariani
SCOPRIRE CON SAPORIE