Fusilloni napoletani



Fusilloni napoletani-Descrizione--9

A scoprire l’importanza di un’alimentazione a base di pasta fu Carlo VIII che, durante la spedizione per la conquista del regno di Napoli, impose ai suoi soldati di imparare a nutrirsi da persone civili, con abbondanti dosi di pasta.

La pasta napoletana Gragnano e Torre Annunziata si è guadagnata la celebrità anche grazie ai particolari venti, che ne favoriscono la perfetta essicazione.

Fusillone è un termine dialettale che indica lo strumento per produrre questo particolare tipo di pasta. Il fuso acquisì una popolarità tale da costringere i fabbri della città a produrlo in ingenti quantità, per soddisfare le grandi richieste delle donne napoletane.

È grazie alla sua particolare forma elicoidale che il fusillone napoletano si impregna maggiormente di condimento, ideale quindi anche per sughi a base di verdure o per un semplice sugo al pomodoro.

All’assaggio, particolare la sua palatabilità, ottimale la sua tenuta di cottura e interessante la sua consistenza. Grazie alle loro caratteristiche, a noi piace consigliarvi il consumo dei fusilloni napoletani con un condimento a base di ricotta o con un ragù di gallina padovana e ortiche.

Suggeriamo i fusilloni napoletani Sapori&Dintorni Conad. L'utilizzo di materie prime di alta qualità, la trafilatura al bronzo e l'essicazione lenta e a bassa temperatura conferiscono ai fusilloni napoletani Sapori&Dintorni una consistenza e una tenuta alla cottura eccezionali.





I fusilloni napoletani sono uno dei formati più tipici dell’arte pastaia partenopea. Originari della costiera amalfitana, sembrano voler interpretare con la loro imponenza i grandiosi panorami della terra da cui traggono origine.
La Costiera Amalfitana è una magica ed irripetibile sinfonia di elementi naturali  e storia dell’uomo, di arte e paesaggi emozionati.
I suoi imponenti pendii, le sue coste frastagliate, i deliziosi paesi che la costellano, sono dal 1997 iscritti nella lista del patrimonio dell’umanità UNESCO ma sono da sempre uno dei simboli del nostro paese in tutto il mondo. Pare che il termine Fusillone sia stato inventato dai pastai della Costiera Amalfitana per indicare quello strano formato di pasta che è diventato uno dei più caratteristici della tradizione napoletana.

Parla Mario russo, direttore ufficio qualità pasta Rummo: I fusilloni napoletani sono uno dei formati della tradizione partenopea, o meglio dell'antica tradizione della pasta partenopea. Come la tradizione ci impone è un formato trafilato al bronzo, quindi un formato che tiene molto bene la cottura e mantiene anche l'aspetto ruvido che consente di trattenere tutti i sughi, questo un aspetto caratteristico della lavorazione. È un formato antico che ricorda la tradizione Sorrentina e della Costiera Amalfitana, in particolare, e che si adatta benissimo a tutte le ricette della tradizione stessa".

I fusilloni napoletani sono una delle tante specialità gastronomiche tipiche della Costiera Amalfitana con un altro straordinario prodotto, la cui coltivazione ha fortemente condizionato nei secoli sia il paesaggio che l’economia locali: lo sfusato amalfitano, ovvero Il Limone Costa d’Amalfi Igp, il saporito e profumato agrume che viene qui coltivato da migliaia di anni.

Sigla.com - Internet Partner