Liquore cuor di Sorrento

Così come lo conosciamo ora, il limoncello nacque ai primi del novecento in una pensione di Capri a opera di una signora che si occupava del giardino. La paternità della ricetta è però rivendicata anche da Amalfi e da Sorrento, nella cui tradizione è paragonato, per sentori e profumi, all’ambrosia degli dei.
 
Il liquore di limoni o limoncello viene preparato con un procedimento simile agli altri liquori ottenuti per infusione, utilizzando gli splendidi limoni della costiera amalfitana.
 
Il liquore di limoni di Sorrento o limoncello va servito fresco, ma non ghiacciato per esprimere al meglio il suo boquet e tutte le sue peculiari caratteristiche. Al naso è penetrante ed esprime tutta l’aromaticità dei limoni dai quali è prodotto e all’assaggio appare rotondo, piacevolmente dolce e dal gusto deciso.
 
A noi piace consigliarvi il consumo del liquore cuor di Sorrento da solo o come ingrediente protagonista di polpettine di carne al profumo di liquore di limone.
 
La linea Sapori&Dintorni Conad, da sempre attenta alla tutela delle eccellenze agroalimentari del territorio, annovera questo straordinario prodotto tipico campano nella gamma della sua ricca offerta. Potete trovare altre informazioni sul liquore cuor di Sorrento accedendo al sito www.conad.it.
 

Sigla.com - Internet Partner