Pomodori secchi di Calabria

Gli aztechi lo chiamavano xitomatl e la sua salsa era parte integrante della loro cucina. Il suo arrivo in Europa è del 1540 a opera dello spagnolo Hernan Cortez e alcuni affermavano che il pomodoro avesse proprietà afrodisiache, infatti i francesi lo definivano pomme d’amour, pomo d’amore.

I pomodori secchi di Calabria, raccolti al giusto grado di maturazione, vengono lavati, tagliati, privati dei semi, essiccati e disposti a mano in vasi di vetro con un ottimo olio locale.

I sentori dei pomodori secchi di Calabria richiamano le spezie e gli aromi fra i quali aglio, pepe e alloro con i quali vengono messi sott’olio. Con il tempo acquisiscono un sapore davvero unico: pungente, dolce, generoso e aspro.

Pomodori secchi di Calabria-Descrizione--9

A noi piace consigliarvi il consumo dei pomodori secchi di Calabria con del branzino in casseruola, oppure come antipasto insieme a funghetti e carciofini, ma, ancor meglio, con delle semplici fette di pane casereccio.

La linea Sapori&Dintorni Conad, da sempre attenta alla tutela delle eccellenze agroalimentari del territorio, annovera questo prodotto tipico calabrese nella gamma della sua ricca offerta.

Sigla.com - Internet Partner