Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Val Vigezzo: al confine tra Italia e Svizzera

Una delle sette valli che si diramano dalla Val d’Ossola e che si apre verso la Svizzera è la Val Vigezzo, un morbido altopiano caratterizzato da 2 fiumi e da panorami mozzafiato.

SCHEDA ITINERARIO

val-vigezzo-al-confine-tra-italia-e-svizzera

Val Vigezzo per tutti

Una delle sette valli che si diramano dalla Val d’Ossola e che si apre verso la Svizzera è la Val Vigezzo, un morbido altopiano caratterizzato da 2 fiumi e da panorami mozzafiato.
Per quanto si tratti di una località di montagna che porta dagli 800 ai 2000 metri di altezza, un itinerario in questa zona non è consigliato solo a chi ama la natura, lo sci e il trekking.
Conosciuta come Valle dei Pittori proprio perché terra natale di molti artisti, la Val Vigezzo è meta interessante per chi ama l’arte e a Santa Maria Maggiore troverete una importante Accademia di Belle Arti e un’ampia pinacoteca con le opere di numerosi artisti locali.
Per chi cerca un percorso spirituale tante sono le chiese da non perdere come la chiesa di Santa Maria Assunta a Craveggia o il Santuario di Re famoso per il miracolo della Madonna del sangue.
La Val Vigezzo lascia ampio spazio a chi è alla ricerca di qualche giorno di relax tra aria genuina e buona tavola all’insegna dei sapori e i prodotti tipici della gastronomia vigezzina.
Qui assaporerete la montagna in tutte le sue sfaccettature tra selvaggina, erbe spontanee, polenta e castagne.

Il treno Vigezzina – Centovalli

Se siete alla ricerca di un itinerario da fare in giornata che soddisfi i gusti di tutta la famiglia il famoso trenino blu Vigezzina Centocavalli vi consentirà di vedere più zone della valle, fare shopping goloso e assaporare una buona parte dei prodotti tipici in un solo pranzo.
Il treno porta da Domodossola a Locarno, la cittadina svizzera affacciata sul Lago Maggiore sita appunto nella zona delle Centovalli, e riuscirete in un solo giorno a fare andata e ritorno, visitando almeno 2 paesi a metà del tragitto.
Questo treno è particolarmente famoso e amato in autunno per vedere il meraviglioso foliage dei boschi e a Natale quando il trenino vi condurrà ai mercatini di Santa Maria Maggiore considerato uno dei più belli d’Italia.
Questo paese è il più importante della valle e merita una visita più approfondita per poter fare un giro al Museo dello Spazzacamino e godere di un pranzo tipico.
Acquistando il biglietto con il treno panoramico, potrete prenotare un menù tipico al Ristorante Miramonti in cui assaporerete davvero una buona dose di eccellenze locali.
Vi perderete tra prosciutto montano o brisaola, pane nero di Coimo, formaggi d’Alpe e caprini, miele e marmellate prima di concludere con un caffè aromatizzato con la grappa nostrana.
val-vigezzo-al-confine-tra-italia-e-svizzera

Cosa e dove mangiare nella Val Vigezzo

Avete più di una giornata a disposizione?
Allora assaporate con calma i piatti e i prodotti tipici di questo territorio ricco di prelibatezze di montagna.
Andando in giro per la valle vi accorgerete subito dell’attenzione dedicata al buon cibo e l’amore per i prodotti locali.
Fate shopping nelle botteghe, come ad esempio nella gastronomia di Re e portate a casa qualche etto di buon prosciutto montano vigezzino con la sua caratteristica affumicatura al ginepro o magari una marmellata extra di mirtilli neri offerti dalla montagna e lavorati con passione da aziende come Borgo Monti.
Durante le vostre passeggiate assaporate gli stinchéet, sfoglie sottilissime fatte con acqua e farina condite con burro d’alpeggio e sale, tipico street food vigezzino.
A Coimo troverete gli amiàš, una versione simile agli stinchéet preparati con farina di grano saraceno.
Se avrete bisogno di scaldarvi passeggiando tra i banchi dei mercatini non vi rimane che sorseggiare un pariulin, il caffè vigezzino arricchito con la grappa locale prima di dedicarvi al dolce. La torta pan e lac, cioè panelatte, o la fiacia, una torta di pasta frolla molto ricca di burro sapranno come darvi soddisfazione!

Dopo un tour tra le tradizioni e la cucina povera regalatevi una cena al Ristorante Le Colonne a Santa Maria Maggiore. Qui gli ingredienti della valle sono lavorati per dargli nuove forme e consistenze regalando ai commensali una vera esperienza gastronomica.
Potrete assaporare tartare di cervo e tagliolini di castagne, mousse con formaggi locali e le erbe spontanee della valle.
Questo locale è il luogo ideale per rilassarvi dopo una lunga giornata a passeggio tra le montagne.
SCOPRIRE CON SAPORIE