Chef Fabrizio Albini

Classe 1976, bresciano doc, una grande passione per la cucina ereditata dal nonno materno. Stiamo parlando di chef Fabrizio Albini, che dopo un diploma all'istituto alberghiero di Gardone Riviera, ha fatto una lunga e importante gavetta nel mondo della ristorazione. Tra i maestri di Fabrizio Albini spiccano nomi di grande rilievo, come quelli di Vittorio Fusari, Davide Botta, Alessandro Cappotto e Gualtiero Marchesi.

Dopo diverse esperienze internazionali, che lo hanno visto protagonista in Francia e a Tel Aviv, in Italia ha lavorato per strutture di alto livello come L’Albereta di Erbusco (Brescia). Nel 2002 si è distinto come finalista del concorso Bocuse d’Or, senza dimenticare che anche Giorgio Armani lo ha voluto sul suo yacht per cucinare ai suoi ospiti. Docente per diverse associazioni di categoria, Fabrizio Albini, dopo le importanti esperienze presso la Cucina San Francesco del Cappuccini Resort di Cologne in provincia di Brescia, al Cristallo Hotel Spa & Golf di Cortina d’Ampezzo (The Leading Hotels of the World) è ora l'executive chef del ristorante The Stage – Replay a Milano.

Fabrizio Albini è anche membro della Compagnia degli Chef (qui la sua intervista).


La cucina di Fabrizio Albini
Semplicità ed eleganza convivono perfettamente nella cucina di Fabrizio Albini. Lo chef bresciano ama innovare, ma partendo sempre dall'importante bagaglio della tradizione. Alla base dei suoi piatti c'è infatti un grande rispetto per la materia prima: pochi ingredienti, massimo 3/4, proprio per esaltarla al meglio. Questo perché Fabrizio Albini segue sempre la strada della semplicità, nonostante, come ama ripetere, sia molto complessa da ottenere. 
Artigiano e artista, lo chef bresciano è cresciuto nell’osteria del nonno, osservandolo con grande attenzione mentre preparava i piatti della tradizione locale. A queste solide basi, Fabrizio Albini ha poi aggiunto tutta la sua creatività, fatta di colori, profumi e sapori indimenticabili.

 

 

QUESTIONARIO DI PROUST. L'UOMO
 
Il tratto principale del tuo carattere
Sono un esteta
La qualità che desideri in un uomo
L'eleganza
La qualità che preferisci in una donna
La raffinatezza
Il tuo difetto più grande
In alcune situazioni, sono troppo impulsivo
Il tuo sogno di felicità
Un ristorante gourmet
L’ultima volta che hai pianto
Due anni fa
Il giorno più felice della tua vita
La nascita dei miei figli
E il più infelice
Una mancanza familiare
Il paese dove vorresti vivere
Il Belgio, un Paese affascinante e multietnico
Il tuo autore preferito
Leggo molti romanzi
Il film cult
Pulp Fiction
Ciò che detesti di più
Le cose copiate
Il dono di natura che vorresti avere
Sto bene così
La colpa che t’ispira maggior indulgenza
Gli errori sulle cose difficili
Stato d’animo attuale
Soddisfatto

IN CUCINA. IL CUOCO
 
Il primo ricordo in cucina
I casoncelli
L'attrezzo da cucina preferito
Il roner
Tre aggettivi per definire la tua cucina
Semplice, elegante, intrigante
Gli ingredienti a cui non puoi rinunciare
Sicuramente l'uovo
Il tuo cavallo di battaglia
White Cristal - Coquilles Saint-Jacques e Cavolfiore
Il tuo più grande successo
Arrivare in finale al Bocuse d’Or
Parliamo di contaminazioni. Cosa è entrato a far parte della tua cucina
Spezie, specialmente la curcuma
Il momento più difficile nella tua carriera
Cucinare per Crippa
Turismo gastronomico. Le tue mete preferite
Francia, Nord Spagna, Sicilia e Giappone
Immagina la tua serata perfetta: un piatto di…e un bicchiere di…
Pinottaia e un Franciacorta Docg
Come si ottiene una brigata perfetta
Passione, dedizione, studio e continuità
L’ospite che sogni e quello che eviti
Il gourmet in generale. Evito invece gli ignoranti
Chi sono stati i tuoi maestri
Vittorio Fusari e Alessandro Cappotto
Quando esci a cena, dove vai a mangiare
Nelle osterie
Il sogno nel cassetto
Un locale di qualità, che diventi un punto di riferimento per la ristorazione
La ristorazione italiana. Punti di forza e debolezza
Siamo degli artisti puri, ma non c’è una clientela abbastanza preparata

Sigla.com - Internet Partner