Cipolline Borettane

Cipolline Borettane-Descrizione--9

Dolci al naturale, intense sott’aceto, superbe in agrodolce: le Cipolline Borettane, vera delizia del palato, nascono in un luogo che si trova a metà del corso del Fiume Po, proprio nel bel mezzo della più grande pianura italiana.

Come le origini di Boretto, la cittadina che ha dato loro il nome, si perdono nella notte dei tempi, così anche la coltivazione del prezioso bulbo appartiene a una tradizione che affonda le sue radici in un passato assai remoto.

La paternità della loro specie è da attribuire proprio al grande fiume che ha reso fertili le terre baciate dalle sue acque e, fin dall’antichità, ha favorito gli insediamenti nei pressi delle sue rive.

Boretto esibisce, anche a prima vista, il suo forte legame con la città di Venezia: la sua piazza principale è intitolata a San Marco e vi è un leone a vegliare su di essa. Con la città dei Dogi il piccolo centro emiliano ha nel intrattenuto, nel passato, proficui scambi commerciali e, anche la diffusione della piccola e piatta varietà locale di cipolla, è stata fortemente favorita da questa relazione.

La Cipollina Borettana non ha però avuto bisogno di oltrepassare i confini dell' Emilia per trovare il suo sposo ideale: proprio nella vicina Modena, infatti, si produce un tipo di aceto il cui aroma sembra essere stato creato per accompagnarla e, il suo colore violastro, sa regalarle delle piacevoli e caratteristiche striature ambrate.

Le Cipolline Borettane all’aceto balsamico sono una delle più ghiotte conserve alimentari del nostro paese e si accompagnano perfettamente con altri prodotti della tradizione emiliana, come il Parmigiano Reggiano e i salumi tipici.

La linea Sapori&Dintorni Conad, da sempre attenta alla tutela delle eccellenze agroalimentari del territorio, annovera questo prodotto tipico emiliano nella gamma della sua ricca offerta.

Sigla.com - Internet Partner