Expo 2015 – Slow Food mette in scena la biodiversità

23/03/2015

Expo 2015 – Slow Food mette in scena la biodiversità

Sfruttamento delle risorse, biodiversità, sostenibilità e ancora diritto alla sovranità alimentare, lotta alla malnutrizione. Questi i temi e le sfide per cui Slow Food si batte fin dal 1989 e su cui intende riportare l’attenzione dei milioni di visitatori che parteciperanno a Expo 2015.
 
«Saremo a Milano proprio per alzare la voce e farci sentire anche dalle multinazionali e dalle organizzazioni di agrobusiness perché da sempre Slow Food propone soluzioni concrete, identificate in questi 25 anni lavorando fianco a fianco con le migliaia di comunità di contadini, allevatori e pescatori di tutto il mondo, i veri protagonisti a cui questa Expo dovrebbe essere dedicata», racconta Gaetano Pascale, presidente di Slow Food Italia, nella conferenza stampa di Palazzo Marino venerdì 20 marzo 2015.
 
Al centro del padiglione di Slow Food il cruciale tema della biodiversità, declinato nell’ambito della filiera lattiero-casearia e narrato attraverso le seguenti aree tematiche:
 
SCOPRI LA BIODIVERSITÀ  – Percorso educativo per grandi e piccini, suddiviso in tappe colorate in cui osservare e toccare con mano le ricchezze del nostro pianeta. Mondi a confronto, l’Albero del cibo, Linea del tempo, il Carrello della spesa e l’Uomo di mais le fermate di questo viaggio di riflessione su diversi modelli di agricoltura, produzione e consumo.
 
SLOW CHEESE & SLOW WINE – Area di degustazione, dove a rotazione  sarà possibile assaggiare ogni giorno 4 differenti tipologie di formaggi e vini, che rappresentano la variopinta biodiversità dei nostri territori. Accanto alle grandi eccellenze italiane, come mozzarella di bufala e parmigiano, oltre 30 prodotti dei Presìdi, ovvero le produzioni tutelate da Slow Food a rischio estinzione.

SLOW FOOD THEATER – Spazio dedicato a conferenze, presentazioni, proiezioni di film e rappresentazioni teatrali e musicali, in cui incontrare la rete mondiale di Slow Food e altre associazioni che condividono le medesime battaglie, in Italia e nel mondo.

LIBRERIA SLOW FOOD EDITORE Sezione riservata alle novità editoriali di Slow Food e ai progetti dell’associazione della chiocciola.

Al centro dello spazio espositivo sarà, infine, allestito un orto con le varietà tipiche lombarde, dove saranno dispensati preziosi consigli da ripetere sul proprio balcone di casa.

Gli edifici in legno certificato Pefc, che ospitano le varie aree espositive, sono stati progettati dallo studio Herzog & de Meuron di Basilea. Durante i sei mesi dell’Esposizione sarà messa a disposizione dei visitatori un’apposita bacheca per raccogliere suggerimenti e proposte sul destino delle strutture, completamente smontabili e riutilizzabili, nel dopo Expo.

Di Alessandra Cioccarelli

Sigla.com - Internet Partner