Peperoncino di Calabria

Il peperoncino piccante era usato come alimento fin da tempi antichissimi. Dalla testimonianza di reperti archeologici, sappiamo che ben 7000 anni fa era conosciuto in Sud America e usato come unica spezia in Cile e Messico.

La sua comparsa in Europa avvenne grazie a Cristoforo Colombo, l'arboscello perenne si acclimatò benissimo nel Vecchio Continente, diffondendosi in tutte le regioni meridionali e venne così adottato da quella parte della popolazione, che non poteva permettersi l'acquisto di spezie più pregiate.

La Calabria è la regione in cui si produce e si consuma più peperoncino in Italia, la gran parte dei piatti e dei prodotti che nascono nella punta dello Stivale, contengono i frutti del carsicum, come lo chiamavano i latini, che trova posto soprattutto nelle preparazioni salumiere. Come facilmente intuibile, la diffusione del peperoncino in Calabria è avvenuta grazie al clima di questa regione, che presenta molte similitudini con i climi tropicali dei Paesi da cui è stato importato.

Numerose sono le proprietà, vere o presunte, del peperoncino. Le sue proprietà afrodisiache non sono accertate scentificamente, ma è indubbio che il peperoncino sia un potente antiossidante, favorisca la digestione ed è un ottimo coadiuvante nel trattamento delle malattie delle vie respiratorie.

Sigla.com - Internet Partner