Valtellina tra vino e sapori

Al confine tra Italia e Svizzera, la Valtellina è una grande vallata a nord della Lombardia ricca di tesori naturalistici ed enogastronomici. Tra una escursione in bici o a cavallo e un trekking negli innumerevoli itinerari culturali che si snodano tra palazzi, castelli fortificati e musei, sono davvero tante le specialità che si possono gustare in questo territorio. Quando bisogna decidere cosa mangiare in Valtellina c'è sempre l'imbarazzo della scelta: tra Bresaola, pizzoccheri, formaggi, mele e vini prodotti con le uve Nebbiolo, è impossibile non restare deliziati. 

La Bresaola 

Tutelata dal marchio IGP, la bresaola della Valtellina è uno dei cardini della cucina locale. Si ottiene attraverso il metodo di conservazione della carne mediante salatura ed essiccamento. La bresaola è un prodotto davvero unico che unisce gusto e leggerezza: è infatti allo stesso tempo appetitosa e genuina, perché è un alimento povero di grassi e ricco di proteine. Il modo migliore per gustarla è al naturale, ma si presta benissimo anche in cucina per realizzare ricette creative. Il Consorzio di tutela Bresaola della Valtellina ne garantisce la provenienza, ne promuove l’immagine e la difende da imitazioni e contraffazioni. 

Scopri tutte le nostre ricette con bresaola.

I formaggi 

Impossibile poi non cedere alla tentazione del formaggio della Valtellina. Tra gli alpeggi del territorio, dove gli animali pascolano liberi, nascono delizie come il Bitto, il Casera e lo Scimudin, tutti prodotti a marchio DOP. La scoperta dei sapori di questi formaggi è un vero e proprio viaggio. Il Bitto richiama l'aroma delle erbe di alta montagna e ha un sapore dolce il primo anno, più intenso con il passare del tempo. Eccezionale è il Bitto Storico, presidio slow food, prodotto ancora oggi secondo le regole della più antica tradizione: a seguito di una prolungata stagionatura diventa uno dei rari formaggi da meditazione del mondo. Il Valtellina Casera prende invece il nome dalle casere, gli ambienti di fondovalle dove viene realizzato: è ideale come formaggio per i pizzoccheri, il piatto tipico della gastronomia della Valtellina. Dal sapore delicato e fresco di latte, lo Scimudin è un ottimo formaggio morbido da tavola, che si sposa benissimo con la verdura e la frutta.
A difesa di queste squisitezze, tutte da gustare con un buon bicchiere di vino valtellinese, opera il Consorzio per la Tutela dei Formaggi Valtellina Casera e Bitto.

I pizzoccheri 

Chi dice Valtellina, dice pizzoccheri! Questa bontà è nata nell'antico borgo di Teglio e, insieme alla bresaola, è sicuramente uno dei simboli del territorio. Piatto della tradizione contadina, e dalla storia secolare, i pizzoccheri della Valtellina si preparano con farina di grano saraceno e farina bianca, vengono cotti con verze e patate e conditi poi con burro e formaggio locale. Un tesoro che viene tramandato di generazione in generazione e che si può gustare non solo a Teglio, ma in tutti i ristoranti della Valtellina. Sulla tutela e valorizzazione di questa specialità e sulla ricetta originale dei pizzoccheri vigila l’Accademia del Pizzocchero

Scopri le nostre ricette con pizzoccheri valtellinesi

Le mele 

Colorazione intensa, croccantezza, gusto zuccherino e succoso. Sono queste le caratteristiche di un'altra grande specialità della Valtellina: le mele. Protette dal marchio IGP, ne esistono diverse qualità. Le Golden Delicious, con la loro buccia color giallo intenso, le Red Delicious e poi le varietà Gala, Morgenduft, Fuji e Granny Smith. Tutte accumunate dall'assenza di rugginosità e dal profumo intenso. Non solo una bontà da gustare a tavola, ma anche una bellezza da ammirare: una passeggiata tra i meleti, attraversati da numerosi percorsi: dalla primavera all'autunno offrono uno scenario unico. 
 

I vini 

La Valtellina è terra di viti e vino fin dai tempi dei Romani. Il sistema terrazzato permette la coltivazione della vite nelle zone ripide e maggiormente esposte al sole delle Alpi Retiche.  
Il vino della Valtellina nasce da uve nebbiolo e ha un suo consorzio di tutela. Imperdibile lo Sforzato di Valtellina DOCG, il re dei vini locali: è uno squisito passito rosso secco che si abbina perfettamente con i dolci tipici valtellinesi. L'altro grande vino del territorio è il Valtellina Superiore, prodotto con le uve dell’area compresa tra Berbenno di Valtellina e Tirano, suddiviso nelle cinque sotto denominazioni Maroggia, Sassella, Grumello, Inferno e Valgella. Si abbina bene con i formaggi della Valtellina e la selvaggina.  

Sigla.com - Internet Partner