Vino rosso per ridurre la perdita dell'udito

27/02/2013

Il vino rosso sarebbe un alimento importante per proteggere l'udito, senso umano sottoposto a grandi stress causati dall'inquinamento sonoro e da cattive abitudini. Lo rivela uno studio condotto su modello animale dai ricercatori dell’Henry Ford Hospital di Detroit, pubblicato sulla rivista Otolaryngology-Head and Neck Surgery. La ricerca ha mostrato come i topi sani, sottoposti a forte rumore, fossero più protetti e avessero meno probabilità nel lungo termine di perdere l’udito, quando, prima dell’esposizione al forte rumore, a essi veniva somministrato il resveratrolo, antiossidante contenuto negli acini d’uva e, in parte, nel vino rosso.

«Il nostro ultimo studio  – spiega, nel comunicato diffuso dall'istituto di Detroit, il dottor Michael D. Seidman – si è concentrato sul resveratrolo e i suoi effetti sulla bio-infiammazione, la risposta del corpo ai danni e su ciò che si ritiene essere la causa di molti problemi di salute tra cui il morbo di Alzheimer, il cancro, l’invecchiamento e la perdita dell’udito. Il resveratrolo è una sostanza chimica molto potente che sembra proteggere contro i processi infiammatori del corpo correlati con l’invecchiamento e la cognizione».

Secondo i ricercatori, il resveratrolo contenuto nell'uva e nel vino rosso sarebbe utile anche per ridurre il declino cognitivo. Del resto, è ormai noto che l’assumere antiossidanti, non necessariamente e non solo il resveratrolo, può essere un rimedio preventivo contro l’ossidazione del corpo.

Il resveratrolo, per queste proprietà, è già ingrediente di molte preparazioni contro l’invecchiamento, come le creme anti-age che piacciono tanto alle donne, ma, ora, anche a tanti uomini.

Fonte: lastampa.it

Sigla.com - Internet Partner