Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci
  • 60
  • 30
  • 4 pers.
  • Media
  • Medio
  • Lombardia
Ricetta proposta e realizzata dallo chef del ristorante Osteria del Riccio di Sesto San Giovanni (MI), per l'Unione Italiana Ristoratori
COME SI PREPARA?
ingredienti
  • senza frutta secca
  • senza uova
  • senza crostacei
  • 1 kg di trippa di vitello
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 20 g di burro
  • 300 g di pomodori
  • 1 brodo di carne
  • 300 g fagioli bianchi di spagna (a mollo in acqua)
  • foglie di salvia
  • vino bianco
  • olio extravergine di oliva
  • olio di semi
  • sale
  • pepe
  • farina
preparazione
  1. Per preparare la trippa alla milanese, lavare a lungo la trippa in acqua corrente, tagliarla a listarelle e scottarla per circa dieci minuti in acqua leggermente salata e aromatizzata con metà di una cipolla.
  2. Scolare la trippa e tritare la rimanente cipolla, le carote e il sedano. Mettere poi sul fuoco una casseruola con il burro e qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva, aggiungere le verdure e farle appassire. Unire anche la trippa e, dopo aver aggiunto un pizzico di sale e di pepe, sfumare con il vino bianco.
  3. Una volta che il vino sarà evaporato, aggiungere la salvia e i pomodori precedentemente scottati in acqua bollente, pelati e passati al setaccio. Coprire e far cuocere per un'ora circa. Durante la cottura aggiungere, poco alla volta, il brodo di carne e unire i fagioli, mescolando di tanto in tanto.
  4. A cottura quasi ultimata preparare la guarnizione tagliando circa 200 g di trippa di vitello e passandola nella farina. Successivamente preparare in una padella l’olio di semi e portarlo a temperatura per la frittura. Quando l’olio sarà caldo immergere la trippa e far friggere per circa cinque minuti a fuoco vivo.
  5. Una volta pronta la trippa alla milanese, servire ponendo sopra la guarnizione e, se gradito, una foglia di salvia fritta.
SCUOLA DI CUCINA

Impara passo dopo passo con i corsi tenuti dagli chef Saporie

PUNTI D'INTERESSE

Piccoli suggerimenti su dove assaporare l'arte

SCOPRIRE CON SAPORIE