Esci

Grana Padano, le occasioni di consumo

Preferiti
Condividi
grana-padano-consumo

Il Grana Padano, con la sua ricca storia e il suo sapore inconfondibile, è uno dei formaggi più amati e celebrati in Italia e nel mondo. Questo formaggio a pasta dura è un capolavoro della tradizione casearia italiana, e nella seguente guida, esploreremo cosa rende il Grana Padano così speciale, dalla sua produzione alla sua versatilità in cucina e alle sue proprietà nutrizionali.

L’origine del Grana Padano Dop

Il Grana Padano è un formaggio a pasta dura a Denominazione di Origine Protetta (DOP) che viene prodotto principalmente nelle regioni settentrionali dell’Italia, tra cui Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia-Romagna e Trentino Alto-Adige. La sua storia affonda le radici nel XII secolo, quando i monaci cistercensi iniziarono a sviluppare tecniche di produzione casearia nella zona del fiume Po.

La produzione del Grana Padano DOP, tramandata nei secoli di casaro in casaro, è oggi regolamentata dal disciplinare. Per essere commercializzato deve subire una stagionatura minima di 9 mesi, ma spesso è invecchiato per periodi molto più lunghi, fino a oltre 24 mesi. Questa lunga stagionatura conferisce al formaggio la sua consistenza granulosa e il suo sapore ricco e complesso.

Le proprietà del Grana Padano

Il Grana Padano è una fonte eccellente di proteine di alta qualità, calcio e altri nutrienti essenziali. La qualità delle proteine varia in funzione della loro digeribilità e della loro composizione in aminoacidi essenziali, chiamati così perché il nostro organismo non può sintetizzarli da solo e si possono assumere solamente dagli alimenti. Il Grana Padano DOP contiene tutti e 9 gli aminoacidi essenziali e, grazie al processo di stagionatura, le proteine del Grana Padano DOP sono maggiormente digeribili rispetto a quelle di altri alimenti di origine animale.

Il contenuto di grassi è piuttosto basso: in 100 grammi di formaggio sono mediamente presenti 29 g di lipidi. Questo perché all’inizio della lavorazione del Grana Padano DOP, il latte intero utilizzato viene parzialmente decremato per affioramento naturale. Durante questa fase, il latte perde poco meno del 50% dei grassi presenti al suo interno.

Le occasioni di consumo del Grana Padano

Il Grana Padano è un vero e proprio protagonista in cucina, adatto a una vasta gamma di piatti e occasioni culinarie. Ecco alcune delle sue principali occasioni di consumo:

  • Da solo: Il Grana Padano è delizioso da gustare da solo come antipasto o snack. Tagliato in piccoli pezzi o sfogliato con un coltello, rivela tutto il suo sapore e la sua piacevole consistenza granulosa.
  • Sul tagliere: Il Grana Padano non può mai mancare nei taglieri, abbinato ad altri formaggi e accompagnato con salumi, marmellate o miele.
  • Grattugiato: Il Grana Padano Dopo grattugiato aggiunge un tocco di sapore a tutte le ricette. È praticamente imprescindibile in paste, minestre e risotti, ma anche nell’impasto di polpette, torte salate, frittate e via dicendo. Il Grana grattugiato è poi perfetto per creare dei golosissimi cestini di formaggio per degli sfiziosi aperitivi.
  • Salse e spume: sciolto e frullato insieme alla pane, questo formaggio stagionato si trasforma in una fonduta perfetta per condire piatti di pasta, ma anche carne e verdure. Provate ad esempio la Cipolla al forno con spuma di Grana Padano DOP; la Fregula risottata, zafferano acido, spuma di Grana Padano e bottarga e i Casoncelli bresciani rivisitati.
grana-padano-occasioni-consumo

Scopri alcune delle nostre ricette con il Grana Padano Dop

Leggi anche...

Contenuti preferiti