Agnolotti piemontesi con lardo e pinoli

Agnolotti piemontesi con lardo e pinoli
Condividi su facebook share twitter share pinterest share

In due minuti è pronta la pasta, in cinque il sugo. Questo primo piatto facile e veloce da preparare è una di quelle cose gustose che ogni tanto ci si deve concedere; così, tanto per farsi tornare il sorriso oppure per farlo arrivare da un orecchio all'altro! Gli agnolotti piemontesi con lardo di Colonnata e pinoli sono una prelibatezza perfetta per le serate fredde, quando vuoi toglierti uno sfizio. Oggi, ti insegna a prepararli lo chef Stefano De Gregorio, ti bastano pochi e semplici passaggi.

Gli agnolotti piemontesi

Super classico della cucina popolare piemontese, questa pasta ripiena è una ricetta tradizionale della zona del Monferrato, in provincia di Asti e Alessandria, anche se gli agnolotti sono comunque diffusi in tutta la regione. Sull'origine del nome agnolotti esistono due storie. La prima racconta di un cuoco monferrino chiamato Angelot; la seconda risale allo strumento detto anulòt con cui anticamente si ritagliava questa pasta e le si dava la forma di un anello.
Oggi, gli agnolotti hanno forma per lo più quadrata. Due sfoglie di pasta all'uovo e un ripieno tipico di carne arrosto.
Normalmente, si condiscono:
  • con sugo di carne arrosto.
  • con burro, salvia e Grana Padano o Parmigiano Reggiano.
  • con ragù di carne alla piemontese.
  • in brodo di carne.
Ingredienti per quattro persone: Procedimento:
  1. Per preparare gli agnolotti piemontesi con lardo e pinoli, in una pentola con abbondante acqua salata, scottare gli agnolotti per un paio di minuti.
  2. Nel frattempo, sciogliere nella padella un pezzetto di burro con il lardo tritato e il timo fresco.
  3. Quando gli agnolotti saranno cotti, scolare e ultimare la cottura in padella.
  4. Infine, impiattare guarnendo con i pinoli tostati.

Dettagli ricetta

. Tempo di preparazione: 20 min . Dosi per: 4 persone
Sigla.com - Internet Partner